Ventisei anni dopo il suo ultimo successo, Peugeot vince la Dakar 2016 cogliendo il quinto successo nella storia del rally raid. Nella seconda partecipazione nel continente sudamericano, dopo il ritorno dello scorso anno, la Peugeot 2008 DKR, 2 ruote motrici, trionfa con il suo equipaggio più titolato, Stéphane Peterhansel e Jean-Paul Cottret. Mettendo in campo tutta la sua esperienza, la coppia francese è salita sul gradino più alto del podio a Rosario conquistando la sesta vittoria comune come equipaggio mentre per Peterhansel, già 6 volte vincitore con le moto, è il 12esimo sccesso alla Dakar. 25 anni dopo il suo primo successo sulle due ruote, l’asso transalpino migliora ulteriormente il suo record e confermando senza ombra di dubbio la sua fama di “Monsieur Dakar”.

Con 9500 km da percorrere in due settimane, tra l’Argentina e la Bolivia, in balia ai capricci del tempo, e ad altitudini che arrivano fino a 4800 m, il Team Peugeot Total ha accettato una sfida durissima, con uno dei “commando” più impressionanti mai visti alla partenza della prova. Gli equipaggi del 2015, che insieme hanno ottenuto 17 vittorie alla Dakar, Stéphane Peterhansel/Jean-Paul Cottret, Carlos Sainz/Lucas Cruz e Cyril Despres/David Castera sono stati raggiunti dai 9 volte campioni del modo rally Sébastien Loeb/Daniel Elena, al grande debutto in questa mitica prova.

Gli equipaggi si sono impadroniti del comando della gara si dalla prima tappa disputata. Sfruttando al meglio i suoi talenti da rallista su questo terreno familiare, Sébastien Loeb è stato il primo a vincere una speciale, ma Stéphane Peterhansel e Carlos Sainz non hanno tardato ad imitarlo. Le 2008 DKR, che si sono aggiudicate 6 doppiette di cui 2 triplette, nelle sei tappe disputate nella prima settimana, hanno occupato regolarmente i primi tre posti in classifica generale, offrendo a tutta la squadra intense scariche di adrenalina. Tra l’altro, il trio Loeb-Peterhansel-Sainz era in testa alla classifica a Salta, durante la giornata di riposo, dopo la faticosissima tratta sugli altopiani boliviani.

La seconda settimana di corsa offriva una dose supplementare di avventure, con un percorso più vario, con più tratti in fuoripista e sezioni tracciate nelle dune. Su questo terreno favorevole a numerosi colpi di scena, Sebastien Loeb (cappottamento) e Carlos Sainz (ritiro per rottura meccanica alla tappa 10) perdevano ben presto le loro chance per lottare per la vittoria. Da quando Despres è stato ritardato nella quinta tappa (problema al turbo), Peterhansel è stato designato come principale contendente per la vittoria. Vincitore di una speciale cruciale nelle famose dune di Fiambala, l’equipaggio ha preso il comando nella decima delle 13 tappe con un vantaggio di un’ora. A questo punto non restava che gestire il vantaggio fino al traguardo.

Per Peugeot, questa vittoria completa un palmarès sportivo già ricco di quattro successi alla Dakar, conquistati in Africa tra il 1987 e il 1990, e di numerosi trionfi in varie gare come la 24 Ore di Le Mans, Pikes Peak o il WRC. Questa vittoria rimarrà un evento importante nell’albo d’oro della casa del Leone, che è riuscita ad imporsi già alla sua seconda partecipazione in Sud America. 3 Peugeot 2008 DKR sono arrivate al traguardo. Un simile risultato complessivo non sarebbe mai stato possibile senza alcuni memorabili episodi di aiuto reciproco tra gli equipaggi e senza il contributo dei meccanici del team, veri e propri eroi nell’ombra. Autore di una bellissima corsa nella sua seconda partecipazione sulle quattro ruote, Despres (che ha contribuito a una delle 7 doppiette) si è improvvisato spontaneamente angelo custode dei suoi compagni di squadra, soccorrendoli in alcune occasioni.

Dakar 2016, classifica finale
1. Stéphane Peterhansel (FRA)/Jean-Paul Cottret (FRA), PEUGEOT 2008 DKR, 45h22min10s
2. Nasser Al-Attiyah (QAT)/Matthieu Baumel (FRA), Mini, +34min58s
3. Giniel De Villiers (ZAF)/Dirk Von Zitzewitz (DEU), Toyota, +1h02min47s
4. Mikko Hirvonen (FIN)/Michel Perin (FRA), Mini, +1h05min18s
5. Leeroy Poulter (ZAF)/Robert Howie (ZAF), Toyota, +1h30min43s
7. Cyril Despres (FRA)/David Castera (FRA), PEUGEOT 2008 DKR, + 1h49min04s
9. Sébastien Loeb (FRA)/Daniel Elena (MC), PEUGEOT 2008 DKR, +2h22min09s