Finisce nel segno di Stephane Peterhansel (CLICCA QUI PER CONOSCERE LA LEGGENDA FRANCESE) la seconda tappa della Dakar 2014 (CLICCA QUI PER IL PERCORSO COMPLETO). Nella categoria auto, il veterano transalpino taglia per primo il traguardo da San Luis a San Rafael in Argentina: il vincitore delle ultime due edizioni ha preceduto Carlos Sainz e il sudafricano Giniel De Villiers ed è balzato al comando della classifica generale, davanti al rivale spagnolo e al compagno di squadra, il principe del Qatar Nasser Al-Attiyah.

Tra le moto successo di Sam Sunderland che regala il secondo sigillo consecutivo alla Honda (due vittorie nelle prime due tappe dopo quella iniziale di Barreda): il 23enne pilota inglese, al primo successo in carriera nella competizione, ha preceduto il cileno Francisco Lopez (KTM) e proprio lo spagnolo Joan Barreda (Honda). “Ho avuto un buon passo, è stata dura perchè la corsa era lunga, ma la moto ha funzionato bene. Sono molto felice” ha detto un felicissimo Sunderland che è ora terzo nella classifica generale dietro al leader Barreda e a Lopez.

Alessandro Botturi è incappato in una giornata sfortunata: al km 338 è rimasto fermo per alcuni minuti, disavventura capitata anche a Pizzolito e Grabham. Martedì 7 gennaio in programma la terza tappa e le prime montagne: le moto e i quad vanno da San Rafael a San Juan, 373 km di speciale.

LINK UTILI

DOVE VEDERE LA DAKAR IN TV

TUTTI GLI ITALIANI ALLA DAKAR

LA PRESENTAZIONE DELLA CORSA

LA BATTAGLIA DI SEAN PENN

LE POLEMICHE TRA CILE E BOLIVIA