La Dacia, casa di origine rumena acquisita dieci anni fa dalla Renault, specializzata nella produzione di veicoli low cost, ha presentato le versioni rinnovate di due delle sue vetture di punta. La Sandero e la Sandero Stepway.

Il primo modello, che ora diventa Nuova Sandero, è una berlina di tipo compatto. Dotata di 5 porte, è lunga 4,05 metri ed è larga 1,73. La Nuova Sandero Stepway è invece una crossover di segmento B. Somiglia ad un Suv, ma costa quanto un’utilitaria. E’ rialzata dal suolo a più di 20 cm. Nuovo frontale, protezioni paracolpi anteriori e posteriori, passaruota allargati, nuovi cerchi da 16 pollici.

Le motorizzazioni, comuni ad entrambi i modelli, prevedono un nuovo benzina tre cilindri turbo (TCe 90) da 898 cc e 90 cavalli. Più leggero di 15 Kg, consuma 5,2 litri per 100 Km sulla berlina (contro i 7,1 della versione precedente).

Il diesel è il classico 1.5 dCi di Renault migliorato nell’iniezione e nella turbina; la coppia è migliorata di 20 Nm. Sulla Stepway disporrà di 90 cavalli (coppia di 220 Nm a 1750 giri), sulla berlina avrà 75 cavalli (200 Nm a 1750 giri). I consumi sono calati del 13%. La versione da 90 cavalli consuma sul misto 3,8 litri ogni 100 Km.

Entrambe le vetture saranno commercializzate in Italia dal 3 dicembre 2012. Il prezzo della Nuova Sandero partirà da 7.900 euro, mentre quello della Nuova Sandero Stepway partirà da 10.150.

LINK INTERESSANTI:

L’Italia si sposta verso il “low cost”. Lo dice una ricerca Dacia-TNS

Campagna Benessere per i clienti Dacia

Il sondaggio 2012 di JD Power sulla qualità iniziale delle vetture