Anche le due ruote possono essere dotate di un airbag, uno strumento che in questo caso non è inserito in una parte della moto ma viene indossato dal centauro. Il modello più diffuso è stato prodotto dalla società Dainese.Chi finora ha associato l’airbag alla macchina deve prendere in considerazione anche i modelli analoghi pensati per chi preferisce la moto all’abitacolo classico delle quattro ruote.

Ovviamente sono strumenti differenti. Quelli della moto per esempio s’indossano e sono in continuo sviluppo. La Dainese è l’azienda più impegnata nella produzione di questi prototipi.

Il cosiddetto D-Air può essere usato sia in pista che dai privati cittadini in strada. Il principio di base è quello del gonfiaggio repentino nelle situazioni critiche. Il metodo è descritto come raffinato ed efficace dall’azienda che sottolinea anche le qualità del sistema di attivazione che previene le condizioni critiche.

Il D-Air sarebbe in grado di interpretare il momento e quindi gonfiarsi in appena 45 millesimi di secondo. Utilissimo sia in fase di caduta sia per gli urti classici.

Alcuni esperti del settore però rilevano una mancanza nella percezione dei sinistri provocati da terze vetture o modo. Nonostante la risposta sia decisamente rapita a possa così competere con altri strumenti analoghi sulla velocità, manca però della considerazione di tutte le tipologie di incidenti.