Anche se ne ha visti passare parecchi, salutare i piloti a cui si è affezionati non dev’essere certo facile per un team manager. Se poi il pilota in questione si chiama Cal Crutchlow allora il grado di difficoltà aumenta. L’inglese, in Tech3 dal 2011, si unirà alla Ducati a partire dalla prossima stagione e il team manager Herve Poncharal dice la sua sull’addio di ‘The Dog’: “L’ho detto mille volte ma voglio ripeterlo - ha detto a motogp.com -. Cal è un pilota molto speciale per me. Ne sono passati tanti di piloti da qui, ma lui sarà uno di quelli che ricorderò con più gioia”.

La speranza che torni, in fondo in fondo, c’è ancora: “Ho un’incredibile rapporto con Cal, lo stimo e lo apprezzo. Non sono felice di perderlo, ma credo che la sua decisione sia importante per la sua carriera. Sarà un pilota ufficiale e farà bene. Verrà ancora a pranzare in hospitality da noi e continueremo a seguirlo e poi chi lo sa, magari tra due o tre anni tornerà da noi!”.

Poi però è tempo di guardare al futuro: “L’estate è stata rovinata dalla partenza di Cal, ma la buona notizia è che Pol (Espargaro, ndr) sarà dei nostri a partire dal prossimo anno. Sarà un successo visto quello che sta facendo in Moto2. Sarà costantemente in top5-top6 in ogni GP e sono molto felice di avere due giovani come lui e Bradley Smith, che sicuramente si motiveranno a vicenda”. 

Lo stesso Smith, compagno di Crutchlow, ha parlato della partenza di Cal: “Mi spiace che se ne vada, nel box c’era una grande atmosfera. Con Pol siamo stati rivali da sempre, sarà bello avere un coetaneo al fianco. Anche se proverò a batterlo!”

Paolo Sperati su @Twitter e @Facebook

LINK UTILI

GP Indianapolis: Marquez straordinario

MotoGP umbrella girls: le ‘ombrelline’ del motomondiale

Il WROOOM chiude dopo 23 anni

CRUTCHLOW FIRMA PER LA DUCATI