La partenza di Motegi, i giri al cardiopalma con cadute e incidenti vari. Ecco tutto quel che è successo a Motegi dove il più veloce è stato Dani Pedrosa. Soltanto dietro di lui, Lorenzo e Stoner, in lotta per il titolo iridato. Al via Dovizioso parte prima del semaforo verde. Capisce l’errore, ci ripensa, si ferma e riparte ma il guaio è fatto. Penalità per lui. Ma non basta, si fa ingannare dalla falsa partenza di Dovizioso anche Marco Simoncelli che stavolta sperava davvero nel podio.

Lorenzo perde subito qualche posizione a causa della sua moto che sembra impennarsi allo scatto. Proprio dopo il via Rossi finisce tra Lorenzo e Spies e va fuori pista.

Al quarto giro, Dovizioso è penalizzato e Stoner va a finire sull’erba. Così al sesto giro in testa c’è già Dani Pedrosa che è insidiato da Lorenzo, Bautista, Hayden e dallo stesso Stoner.

Al dodicesimo giro l’australiano ha già recuperato diverse posizioni, portandosi al terzo posto, all’inseguimento del compagno di squadra e dell’acerrimo nemico. Nelle retrovie è molto interessante e avvincente il duello tra Simoncelli e Dovizioso. Quest’ultimo ha la meglio e si porta in testa.

Poi Simoncelli con una staccata dura s’impone di nuovo su Dovizioso.
All’arrivo, dopo i tre saliti sul podio, ci sono nell’ordine Simoncelli e Dovizioso.