Dalla mattina alla sera, tutto può cambiare. E Stoner che in mattinata era caduto ma era stato anche il più veloce, alla fine della giornata è soltanto terzo, condannato ad inseguire Pedrosa e Lorenzo.

Forse Stoner, tra poco neopapà, si è fatto guidare dall’entusiasmo nella mattinata e anche sul bagnato, con una caduta da ricordare, riesce ad essere il più rapido.

Alle sue spalle si piazzano Lorenzo con la Yamaha e Rossi con la Ducati.

Questo terzo posto di Valentino è ricco di soddisfazioni e anche se alla fine della giornata è sesto, si dichiara contento di com’è andato il sabato di Brno.

Hopkins si è fratturato la mano destra e ha lasciato Brno. Il suo interesse, almeno dopo l’operazione, sarà guadagnare il titolo nella Superbike.

Nel pomeriggio Pedrosa si porta immediamente avanti e inizia a spingere a tutta. Poi Stoner e Lorenzo recuperano. Prima si porta in testa Casey, poi incalza Lorenzo che è il primo ad abbattere la soglia degli 1’57”.

Pedrosa non si dà per vinto, rimonta e guadagna la prima posizione. Il suo collega è in difficoltà e come abbiamo detto chiude al terzo posto.

Interessante il piazzamento della Yamaha di Spies e il ritorno in corsa di Valentino Rossi, contento delle migliorie ottenute dalla Ducati.