Sono le stesse compagnie assicuratrici ad ammetterlo: in Italia gli automobilisti pagano l’assicurazione Rc Auto più cara d’Europa, con un sovrapprezzo medio di 231 euro. Un dato inquietante, che porta di fatto ancora una volta l’utente ultimo finale, il normale cittadino, ad avere sempre meno soldi in tasca. Ma questa volta i numeri decantati arrivano direttamente dalle compagnie assicurative: in Italia, nel periodo che va dal 2008 al 2012, la polizza Rc Auto è costata in media 231 euro in più agli italiani rispetto a quella dei quattro maggiori Paesi europei: Francia, Spagna, Germania e Regno Unito.

In soldoni, si tratta di un costo medio di 491 euro, tasse comprese, contro i 278 degli altri paesi, per un aumento pari al +43%. E la differenza aumenta se si prende in considerazione solo il comparto auto, con gli italiani pronti a scucire 526 euro mentre gli altri si fermano a 291. Aumento? Del 45%. L’Ania (l’associazione delle aziende assicuratrici), ha precisato: “A incidere sensibilmente sui costi è per il 60% il costo del sinistro”, si legge.

LEGGI ANCHE

Assicurazioni Rc auto: costi sempre più elevati, la truffa una piaga sociale

Assicurazioni Rc Auto: in Italia le più care d’Europa e l’Antitrust insorge

Assicurazione Rc Auto: un veicolo su otto è senza copertura, ecco perché siamo i più cari