In giro per strada ci sono numerose tipologie di vetture, tra queste anche i furgoni che nonostante possano apparire diversi dalle solite auto, necessitano solo della patente B per essere guidati. Cosa sono i furgoni e da che deriva questo termine. A livello etimologico occorre andare in Germania per capire le radice del termine “furgone” che viene appunto da Fahrwagen che vuol dire “macchina da trasporto”.

Il furgone dunque non è una vettura per il trasporto delle persone come può esserlo un pulmino ma è adibito soprattutto al trasporto merci. Generalmente è inserito nell’insieme degli autocarri e identifica quei mezzi di trasporto con la cabina che fa parte della carrozzeria.

Perché si può guidare con la patente B? Il codice della strada dice che possono essere condotti con questo tipo di licenza di guida, i veicoli che non superano a terra i 3.500 chili. I furgoni omologati non superano la stazza indicata.

Qualche volta i furgono sono confusi con i van. Questi ultimi sono delle autovetture modificate per renderle adatte al trasporto merci. I furgoni invece nascono per il trasporto merci e sono costruiti in base all’obiettivo.

Il telaio dei furgoni, per capire la consistenza, è in genere uguale al telaio usato per costruire autombulanze e camper.