In occasione della COP21, il summit mondiale sul cambiamento climatico, l’Alleanza Renault-Nissan installa 90 nuove colonnine di ricarica di veicoli elettrici nella città di Parigi e nei dintorni. L’operazione è realizzata in collaborazione con EDF (Electricité de France), Schneider Electric, Aéroports de Paris, il Comune di Parigi e la SNCF (Ferrovie dello Stato francesi). Schneider Electric fornirà gratuitamente alcune delle colonnine di ricarica destinate ad alimentare i 200 veicoli elettrici che effettueranno un servizio di navetta per negoziatori, delegati e giornalisti che assisteranno al summit.

Alla 21a Conferenza Annuale delle Parti (COP 21), in programma dal 30 novembre all’11 dicembre, sono attesi oltre 20.000 partecipanti accreditati dalle Nazioni Unite, provenienti da 195 Paesi: “COP 21 ci esorta ad agire per limitare le conseguenze del cambiamento climatico, in particolare il riscaldamento del pianeta dovuto ai mezzi di trasporto individuale - ha dichiarato Carlos Ghosn, Presidente Direttore Generale dell’Alleanza Renault-Nissan -. I veicoli elettrici rappresentano l’unica soluzione di trasporto esistente, pratica e accessibile, che consente di raccogliere le sfide ambientali cui è confrontato il mondo. Qualunque città o Stato che consideri con serietà il problema della protezione ambientale, deve sviluppare l’infrastruttura necessaria ai veicoli elettrici”

Le colonnine di ricarica rapida e standard (circa 30 minuti per ricaricare da 0 all’80% della capacità) saranno alimentate da un’elettricità rinnovabile, a bassissime emissioni di carbonio, fornita dalla Società EDF, e consentiranno alla flotta dell’Alleanza Renault-Nissan di percorrere oltre 400.000 km in due settimane. Inoltre EDF compensa le emissioni residue di CO2 tramite crediti carbonio ottenuti grazie alla sua partecipazione a progetti certificati dalle Nazioni Unite.

Quattordici delle 27 colonnine di ricarica rapida resteranno installate dopo la conferenza sul cambiamento climatico e saranno messe a disposizione del pubblico: due presso l’aeroporto Roissy Charles de Gaulle, due sul “boulevard périphérique” e un’altra presso l’aeroporto di Orly. La Francia dispone già di una rete francese a bassissime emissioni medie di CO2 per kWh: meno di 40 g nel 2014, contro una media europea di 325 g per kWh. L’anno scorso circa il 19% dell’elettricità prodotta in Francia proveniva da energie rinnovabili e in tutto il Paese ci sono già circa 10.000 colonnine di ricarica rapida e standard: la regione parigina ne conta da sola oltre 4.000, che rendono Parigi una delle città più “elettrificate” d’Europa.