ContiSportAttack 3 è il nuovo pneumatico da moto realizzato da Continental che punta a garantire performance e pieghe sicure sia in pista che su strade asciutte e bagnate. L’idea alla base è quella di creare un prodotto stradale e adatto a un trackday ma che duri molto più di una slick e che garantisca aderenza anche in caso di pioggia. Un’operazione non semplicissima visto che il target di riferimento è quello di moto sportive e potenti.

Inoltre, a prima vista, il ContiSportAttack 3 spicca per gli intagli del battistrada e la percentuale vuoto/pieno degli stessi intagli potrebbe suggerire un utilizzo meno racing e più stradale, soprattutto in condizioni ostiche come strada bagnata e scivolosa. Invece il pneumatico è stato realizzato con la tecnologia GripLimitFeedback, concepita per offrire il massimo feeling di guida anche agli angoli di piega più elevati. Un obiettivo raggiunto in primis grazie a una nuova mescola a base di silicio: una vulcanizzazione a temperatura differenziata durante il processo di produzione ha consentito di ottenere una mescola più dura sulla parte centrale, che garantisce un maggior chilometraggio, e più flessibile sulle spalle, per un migliore grip in curva.

CONTISPORTATTACK 3, PIU’ GRIP, MENO RODAGGIO - Leonardo.it ha partecipato alla presentazione stampa avvenuta presso il circuito Tazio Nuvolari di Cervesina (PV) in cui abbiamo preso contatto con uno dei pneumatici più polivalenti del mercato. Che ci ha stupito positivamente. Dopo aver montato le gomme sulla Suzuki GSX-R 750, abbiamo percorso circa 60 km per arrivare al circuito Tazio Nuvolari. Seppur su un tratto autostradale e poco impegnativo, i pneumatici si rivelano immediatamente facili e confortevoli. Regolate poi sospensioni e pressione delle gomme (2,1 bar all’anteriore e 1,5 bar al posteriore) grazie a Space Bike, storico partner di Continental e Motorace, organizzatore dell’evento, abbiamo iniziato la nostra prova effettuando qualche giro di pista senza utilizzare termocoperte o qualsivoglia pulizia della gomma.

Basta praticamente un giro far scaldare gli pneumatici che beneficiano di un rodaggio estremamente breve per via del trattamento TractionSkin che crea delle microrugosità su tutta la superficie della gomma, merito di una nuova tecnologia che elimina l’esigenza di inserire la “cera” nella fase di stampo del pneumatico. Un risultato apprezzabile fin dalle prime curve. In ingresso di curva, anche per i piloti meno esperti, l’anteriore trasmette immediatamente fiducia e consente di accompagnare la moto in piega verso il punto di corda. Non si ha mai la sensazione di perdere aderenza che rimane costante in tutte le fasi della curva anche quando aumenta l’angolo di piega. Comportamento che va a tutto vantaggio della stabilità, garantita anche alle alte velocità grazie alla spiralatura a 0° in cavo d’acciaio.

FEEDBACK, DURATURO E A PROVA DI PIOGGIA – Oltre alla piega, l’uscita dai curvoni veloci spalancando il gas è uno dei punti più dolenti se non si ha una certa manetta: in quel caso il posteriore scivola e si rischia di perdere il controllo del mezzo. Un rischio che ContiSportAttack 3 riduce al minimo facendo capire subito le intenzioni e il pilota riceve dal pneumatico feedback immediati su qual è il limite da non superare in modo da massimizzare il controllo della moto e aumentare i margini di sicurezza. Un vantaggio, soprattutto su strada, dove sfortunatamente non abbiamo avuto modo di effettuare una prova sul bagnato. Il grip si annuncia comunque ulteriormente migliorato rispetto al ContiSportAttack 2 grazie all’alta efficienza di drenaggio del battistrada e alla nuova mescola di silice che migliora la tenuta aumentando il senso di sicurezza in condizioni di bagnato e di asfalto freddo, entrambe le situazioni maggiormente sottovalutate dai motociclisti.

La nuova conformazione della mescola non influisce solo sulla guida ma anche sulla durata del pneumatico: la maggiore area di contatto sul profilo del battistrada e la proporzione tra gomma e intagli nella banda centrale, insieme a un battistrada più duro, favoriscono maggiori percorrenze. La conferma ci arriva dalle diverse opinioni raccolte nel paddock e anche durante l’operazione di smontaggio delle gomme. Nonostante i circa 12 giri da pista, i pneumatici pienamente utilizzabili su strada. Per i motociclisti che sentono l’esigenza di passare dalla strada (in qualsiasi condizione, ndr) alla pista, il ContiSportAttack 3 è un prodotto polivalente certamente azzeccato e offerto su un ampio ventaglio di moto, nono solo le supersportive ma anche piccole naked come la Suzuki SV650 ABS. Per i corsaioli nati, invece, meglio puntare sulle slick ContiTrack.

ContiSportAttack 3, la gomma posteriore dopo il test in pista

ContiSportAttack 3, la posteriore dopo il test in pista

CONTINENTAL, DAI PNEUMATICI ALLA VISION ZERO - Ma Continental non è solo pneumatici, dato che solo il 26% del fatturato dell’azienda tedesca (39,2 miliardi di euro nel 2015, +13,7% rispetto al 2014) proviene dalle gomme che comunque equipaggiano circa un’auto su tre in Europa. Fondata ad Hannover nel 1871, è tra i primi cinque fornitori mondiali del settore automotive. Composto dal Gruppo Automotive e dal Gruppo Pneumatici, si compone di cinque Divisioni (Chassis & Safety, Powertrain, Interior, ContiTech) che progettano e producono sistemi frenanti, componenti e sistemi per la dinamica del telaio e di propulsione, strumentazioni, soluzioni di infotainment ed elettronica per veicoli. Molte di queste tecnologie, come ABS, ESC e EBA, equipaggiano tutte le auto moderne per una componentistica che arriva a coprire il 90% di una vettura, vetri esclusi.

Nel 2016 il gruppo investirà 6 miliardi di euro in Ricerca e Sviluppo e aprirà in Romania un centro ricerche con 400 ingegneri, solo una piccola parte dei 200.000 dipendenti in 53 paesi. Tra gli obiettivi del gruppo c’è la Vision Zero, ossia l’azzeramento di feriti e vittime della strada. Un impegno nel nome della sicurezza stradale partendo dal posizionamento Best in Braking – l’eccellenza nella frenata – dato che Continental conosce l’intero processo di frenata, dal pedale al pneumatico, producendo tutti i componenti interessati. E che passa da pneumatici ad alto contenuto tecnologico, da mantenere sempre alla pressione corretta e con un’adeguata profondità del battistrada. Qui la guida alla scelta.

ContiSportAttack 3 è già sul mercato. Il prezzo è in linea con quello della seconda generazione del ContiSportAttack 2. Qui opinioni e prezzi in dettaglio.

CONTISPORTATTACK 3, LE MISURE DISPONIBILI:

Anteriore
110/70ZR17 M/C 54W TL
120/60ZR17 M/C (55W) TL
120/70ZR17 M/C (58W) TL

Posteriore
150/60ZR17 M/C 66W TL
160/60ZR17 M/C (69W) TL
180/55ZR17 M/C (73W) TL
190/50ZR17 M/C (73W) TL
190/55ZR17 M/C (75W) TL
200/55ZR17 M/C (78W) TL

ABBIGLIAMENTO UTILIZZATO:

Casco
X-LITE X-802R REPLICA CARLOS CHECA FLAT WHITE

Tuta
SUOMY AERO PRO INTERA IN PELLE

Stivali
SPIDI XP3-S NERO-ROSSO

Guanti
SPIDI STR-4