Nel corso della riunione tenutasi il 7 ottobre 2015, il Consiglio di Sorveglianza Volkswagen ha eletto Hans Dieter Pötsch presidente con effetto immediato. Il Consiglio di Sorveglianza ha nominato Frank Witter, in precedenza Presidente del Consiglio di Amministrazione di Volkswagen Financial Services AG, successore di Pötsch come Membro del Consiglio di Amministrazione con responsabilità per Finanza e Controlling.

“Il nostro ringraziamento sincero va al Signor Pötsch per aver accettato un incarico importante in questo momento difficile - ha detto Wolfgang Porsche, Membro del Comitato Esecutivo, parlando a nome del Consiglio di Sorveglianza -. Il Signor Pötsch ha una conoscenza profonda del Gruppo Volkswagen e, più in generale, dell’industria automobilistica, oltre a una grande esperienza nei mercati finanziari. Vogliamo ringraziare Berthold Huber per aver svolto l’incarico di Presidente del Consiglio di Sorveglianza ad interim prestando un grande servizio all’Azienda”.

Dopo la riunione, Pötsch ha affermato: “Sono grato al Consiglio di Sorveglianza Volkswagen per la fiducia; farò del mio meglio per far emergere la piena verità su quanto accaduto. Sono fermamente determinato a dare il mio contributo in modo che Volkswagen possa riconquistare la fiducia di clienti, pubblico, investitori e partner commerciali. Le indagini si stanno svolgendo in maniera sistematica e intensa. Lo studio legale Jones Day, incaricato dal Consiglio di Sorveglianza di condurre l’indagine esterna, sta investigando a fondo. Seguiremo da vicino e supporteremo questo processo. Faremo ciò che serve per assicurarci che dopo le indagini vengano adottate le misure necessarie”.

Sulla vicenda si è espressa anche Angela Merkel durante un intervento al Parlamento europeo“Ciò che è successo alla Volkswagen dovrebbe essere essere chiarito tra breve. Abbiamo bisogno di trasparenza e ho l’impressione che l’azienda si sta comportando conseguentemente”. Rispondendo a una domanda di un deputato dei Verdi Europei, la cancelliera tedesca ha poi aggiunto: “Per favore non usate quello che è successo per condannare l’intero settore dell’auto. Ciò mette a rischio migliaia e migliaia di posti di lavoro in Europa”.

I richiami delle auto Volkswagen per la sostituzione dei dispositivi truccati partiranno con tutta probabilità a gennaio e dureranno tutto l’anno anche se nella maggior parte dei casi si dovrà solo riprogrammare il software. Qui tutte le info.