Comprare un’auto comporta una certa attenzione: ci sono delle scelte da fare prima, durante e dopo l’acquisto ed avere una piccola guida può essere molto comodo. Ecco a cosa fare attenzione, soprattutto se siete acquirenti. Avete finalmente deciso di cambiare auto, ma non sapete ancora se la prossima vettura che entrerà nel vostro garage sarà nuova, usata, se sarà il frutto di un giro in concessionaria o di una trattativa riservata con un privato.

In questo caso le cose da tenere a mente sono poche:

a. il concessionario offre maggiori garanzie, un’auto esposta sarà stata probabilmente ricondizionata prima della proposta, mentre il privato, pur facendovi risparmiare sull’acquisto, vi offre meno garanzie in questo senso.

b. l’auto nuova è un investimento che comporta una riflessione sull’uso che fate della vostra macchina; l’auto usata è sicuramente una scelta economica ma in alcuni casi il cosiddetto “usato garantito” può essere davvero un affare.

Durante l’acquisto sicuramente dovete controllare la macchina e se qualcosa non vi torna, domandate al venditore. Da verificare ci sono sicuramente: chilometraggio, verniciatura, ruggine, ruote, sinistri precedenti, cerchi, finestrini, umidità, carrozzeria, telaio e sospensioni, cambio, sterzo, motore, olio, numero di giri, freni, batteria e fari.

Per quanto riguarda la procedura di compravendita ricordate questi semplici passaggi:

a. l’acquirente deve ricevere l’atto di vendita tramite l’annotazione sul certificato di proprietà;

b. l’acquirente deve ricevere il Certificato di Proprietà e la carta di circolazione della vettura acquistata e chiedere entro 60 giorni la trascrizione dell’atto al PRA di competenza; contestualmente va richiesto l’aggiornamento della carta di circolazione alla Motorizzazione civile.

c. il passaggio di proprietà può essere richiesto anche dall’acquirente tramite lo Sportello Telematico dell’Automobilista, una volta entrati in possesso del Certificato di Proprietà.