Il Concorso d’Eleganza di Villa d’Este è una delle occasioni più importanti per vedere, conoscere ed ammirare i capolavori a quattro ruote del passato. In questa cornice splendida sfilano delle vere e proprie opere d’arte a motore, e durante l’edizione del 2018 le protagoniste sono state di primo livello, come da tradizione. Quest’anno a vincere la Coppa d’oro è stata una vettura speciale, molto legata al mondo delle competizioni e simbolo di uno stile italiano intramontabile. Stiamo parlando dell’Alfa Romeo 33/2 Stradale, appartenente ad Albert Spiess, che è riuscito a sbaragliare una concorrenza agguerrita e di primissimo piano.

L’Alfa Romeo 33/2 Stradale è una coupè due posti, che monta un motore 2.0 V8 in posizione centrale, capace di sprigionare una potenza di 230 cavalli a 8.800 giri al minuto. Un’icona delle corse anni ’60, ed un vero oggetto di culto per il suo stile inconfondibile che ha ispirato anche la più recente Alfa Romeo 8C Competizione del 2007. La 33 Stradale porta con sé un fascino e una storia da leggenda, perché le sue prestazioni erano per l’epoca qualcosa di irraggiungibile  (0-100 km/h  in 5,6 s), nessuna aveva un’accelerazione come questa Alfa Romeo di soli 700 kg. Inoltre il mito è acuito dal fatto che gli esperti del settore discutano da decenni sul numero esatto di esemplari prodotti. Verosimilmente sono stati prodotti solo 18 telai di cui cinque allestiti da famosi carrozzieri con stili unici, come l’iconica Carabo di Bertone.

In data 29 maggio verranno assegnati il Trofeo BMW Group dedicato alle motociclette storiche (assegnato dalla Giuria), il Trofeo BMW Italia e il Concorso d’Eleganza Design Award for Concept Cars e Prototypes (i due premi assegnati per Referendum Pubblico a Villa Erba), mentre bisognerà attendere la tarda serata per conoscere l’auto che verrà premiata con il Trofeo BMW Group (il Primo Premio assegnato dalla Giuria, Best of Show del Concorso d’Eleganza). Uno spettacolo senza paragoni.