Se Button raccoglie due punti in due gare dopo aver vinto uno dei primi gran premi della stagione e se la scuderia di Woking lo protegge come ha fatto la Ferrari con Massa nel periodo più delicato della sua carriera, non si capisce altrettanto bene tutta questa trasparenza sul contratto di Hamilton. 

Lewis Hamilton ha uno stile di guida molto aggressivo e alla vigilia del Gran Premio del Canada era uno dei favoriti. Non ha soltanto vinto, ha stravinto, portandosi anche in testa alla classifica iridata, a due punti da Fernando Alonso.

Eppure il suo avvio di stagione non è stato brillante, ha sempre portato a casa degli ottimi risultati in fase di qualifica, qualche bella pole position ma non ha mai finalizzato fino all’arrivo in nord America. Adesso, però, proprio nel suo crescendo di stagione, viene fuori la storia del rinnovo del contratto.

Ron Dennis, intervistato da Sky Sports F1 ha dichiarato che la posizione di Hamilton è molto complessa e stanno ancora discutendo i termini economici dell’accordo. Il suo contratto, in fondo, scade a fine anno e ci sono già dei rampanti avversari pronti a sedersi sulla monoposto inglese.

Ecco le parole di Dennis che fanno tremare la poltrona dell’anglocaraibico:

E’ una situazione complessa. Il contratto che sta per scadere  era stato firmato quando l’economia era un po’ diversa, dunque ora serve un po’ di equilibrio. E’ normale che si guardi intorno per vedere chi è disponibile e dove può andare. Alla fine però, si spera che l’aver fatto parte di questa squadra fin dall’inizio della carriera avrà una parte significativa nella decisione di restare.