Il Gran Premio di Hockenheim si svolge su un circuito storico molto importante e il decimo appuntamento mondiale sta assumendo una piega fondamentale, per le condizioni con cui si arriva a competere e non solo. Hockenheim è una pista molto importante, in questa stagione rappresenta la decima tappa ed arriva alla fine di un percorso molto tortuoso per tanti team che devo sperimentare anche in modo preciso le novità che vogliono introdurre nelle monoposto.

Alonso arriva in Germania alla guida della classifica mondiale, con ben 129 punti all’attivo e un piccolissimo vantaggio nei confronti dei 116 di Webber. L’australiano della Red Bull, infatti, ha accorciato le distanze con una vittoria davvero meritata sullo spagnolo.

In più proprio per Webber è arrivata la bella notizia del rinnovo del contratto con la sua scuderia. Il problema adesso resta comprendere quel che saprà fare la McLaren perché deve assolutamente dare una svolta alla sua stagione.

Tra i pretendenti al trono c’è anche Vettel che adesso sembra maggiormente determinato al riscatto. Se ne vedranno delle belle.

La pista su cui si giocherà tutto non ha più la configurazione iniziale, quella in cui si raggiungevano velocità enormi anche di 340 chilometri orari. La pista oggi misura soltanto 4,5 chilometri con ben 13 curve.