Una città senza auto non è fantascienza. Le speranze per un mondo meno inquinato arrivano da Helsinki, in Finlandia. Qui sta per partire un progetto tecnologico che mira, attraverso l’utilizzo di smartphone e di un applicazione apposita, a suggerire ai cittadini nuove possibilità di spostamento alternative ai veicoli a motori. Il sogno è di tenere in garage sempre più spesso le quattro ruote, fino a farle sparire del tutto.

Si punta a due forme di mobilità che già si usano in tutto il mondo, ma più o meno in modo limitato: bike sharing e carpooling.
L’applicazione dirà all’utente finale tutte le alternative: dal treno al bus ecologico, ai trasporti pubblici non inquinanti. Secondo gli esperti, entro il 2025 Helsinki potrebbe non avere più auto. Un obiettivo ardito che fa della città tavolozza bianca per un esperimento all’avanguardia.

Per i governanti finlandesi, la chiave è la sensibilizzazione e la possibilità di offrire ai cittadini tutte le alternative. A misura di tastiera. Le abitudini possono cambiare se esistono altri modi di muoversi, alla portata di tutti. Questa è l’ambizione di chi ha deciso di provare a rivoluzionare il traffico di Helsinki. L’ingegnere Sonja Heikkilä ha dichiarato: “L’auto non è più considerata uno status symbol dai giovani. Questo sistema potrebbe funzionare anche se le persone più adulte sperano di non dover addio alle proprie vetture. Il cambiamento sarà graduale”.

Tutto bello. Resta una domanda: le case automobilistiche come reagiranno a questo tentativo di emarginarle dal mercato?