Uno studio condotto da TomTom Traffic Index ha mostrato che la città più congestionata dal traffico in Italia è Palermo. Secondo questo studio il capoluogo siciliano è, oltre alla prima metropoli a livello nazionale, la quarta città più trafficata d’Europa, dietro soltanto a Lodz, Mosca e Bucarest.  I guidatori palermitani avranno lo stress alle stelle poiché, sempre secondo l’indagine di TomTom, hanno passato 147 ore, in un anno, all’interno della loro auto impantanate nel traffico.

Luca Tammaccaro, vicepresidente Germania e Italia di TomTom, ha dichiarato: “Migliorare la viabilità favorisce l’ambiente. Ci vuole più sensibilità verso l’ambiente e verso la viabilità, una maggiore diligenza nell’ambito stradale potrebbe comportare un notevole miglioramento, è un lavoro che può essere fatto tutti insieme, noi che forniamo la tecnologia, gli utenti e soprattutto le autorità competenti che devono produrre più servizi e più mezzi di trasporto per evitare maggiori flussi di traffico”.

Lo studio di TomTom mostra come le città più congestionate si concentrano nella zona centro-meridionale d’Italia con Palermo al primo posto, Roma appena dietro il capoluogo siciliano e al terzo posto Messina. Napoli è quarta ma il distacco non è poi cosi consistente. I dati rilevati dall’azienda sono stati misurati sull’intera rete stradale di 295 città, 77 in più rispetto allo scorso anno, in ben 38 Paesi nell’arco di tutto il 2015.

Per evitare questi congestionamenti, secondo TomTom, bisogna “programmare per risparmiare tempo. Se solo il 5% degli utenti programmasse in anticipo il proprio viaggio al mattino o alla sera potremmo arrivare a risparmiare oltre il 30% del tempo impiegato”.

Se spostiamo le nostre attenzioni fuori dal “vecchio continente” è Mexico City la città più congestionata del mondo, seguita subito dopo da Bangkok, capitale della Thailandia, e Lodz in Polonia, prima in classifica in Europa. Il traffico è aumentato a livello globale del 13% dal 2008 ad oggi.