Il TomTom Traffic Index 2014, oltre a diffondere la classifica delle città d’Italia più trafficate, ha stilato la graduatoria delle più caotiche metropoli d’Europa. Le primatiste italiane, Palermo e Roma, trovano purtroppo spazio anche nella top ten continentale con il capoluogo siciliano superato solo da città del calibro di Mosca e Istanbul. A livello europeo il 2013 rivela un indice di congestionamento medio pari al 26%, tanto che in media, ogni anno, i cittadini perdono ben 8 intere giornate della loro vita in coda:Le informazioni sul traffico in tempo reale possono essere davvero di aiuto nel miglioramento della viabilità delle città, suggerendo agli automobilisti bloccati nel traffico un percorsi alternativo per raggiungere la propria destinazione” spiega Luca Tammaccaro, Vice President TomTom Italy & SEE  

A conquistare il primo posto tra le città più trafficate del Vecchio Continente si conferma Mosca, che supera Istanbul di 12 punti percentuali rispetto all’indice di congestionamento delle strade: gli spostamenti in auto sulle pericolose strade moscovite, infatti, si allungano in media del 74% rispetto ai momenti in cui le strade sono libere. E nell’ora di punta della mattina, i tempi di percorrenza aumentano di ben del 111%, e in quella della sera addirittura del 141%: auto perennemente incolonnate con i pendolari che spendono ogni anno 128 ore della loro vita.  Secondo posto per Istanbul, dove i tempi medi di percorrenza si dilatano del 62%, che arriva all’82% nel picco mattutino e al 127% in quello del rientro serale. Al quarto posto, dopo Palermo, si trova Varsavia, ma con percentuali decisamente più umane: 39% di indice di traffico medio, 23 punti in meno di Istanbul e 35 in meno della capitale russa.

Sesta piazza dopo Roma per Dublino, che nonostante le dimensioni e la popolazione (un quinto rispetto alla capitale italiana) è nella top ten delle città a maggiore densità di ingorghi: 35% l’indice di congestionamento, con un picco del 42% sui tratti urbani, che aumenta al 74% nell’ora di punta del mattino. Seguono Marsiglia, Parigi (sempre 35% ma con 35% in città) e Londra, che con la pessima performance del 2013 passa dal 14° al 9° posto e un congestion index del 34%. A chiudere la top 10 europea c’è Atene, dove la crisi non ha colpito, evidentemente, l’uso delle auto: 34% il ritardo medio, che arriva al 54% alla mattina.

Anche dal report europeo di TomTom, l’Italia esce parecchio ridimensionata anche se emergono alcuni trend positivi a Milano e Torino, che nel corso degli anni, grazie anche agli interventi messi in atto dagli enti comunali, hanno migliorato la viabilità sulle proprie strade. Infatti, tra le capitali europee, la città meneghina risulta migliore di Parigi, Londra, Vienna e con un indice di congestione pari a quello di Berlino (18° posto). Barcellona al 28°, con un indice di 25%, mentre Madrid è al 47°. Chiudono la classifica Goteborg, Berna, Saragoza, Murcia e Malmo, con indici inferiori al 17%.

La Top10 delle città più trafficate d’Europa:

PosizioneCittàPaeseLivello di congestione (%)Picco durante la mattina (%)Picco durante la sera (%)
1MoscaRussia

74

111

141

2IstanbulTurchia

62

87

129

3PalermoItalia

39

60

64

4VarsaviaPolonia

39

71

75

5RomaItalia

37

71

64

6DublinoIrlanda

35

74

71

7MarsigliaFrancia

35

60

70

8ParigiFrancia

35

65

65

9LondraRegno Unito

34

60

63

10AteneGrecia

34

54

49

A questo link il Traffic Index europeo.

LEGGI ANCHE

TomTom GO gratis per Android 

TomTom festeggia 10 anni

Soddisfatti o rimborsati: nuova campagna di TomTom