Citroen produrrà e commercializzerà tre nuovi modelli in Iran entro il 2018. L’arrivo di tre mezzi inediti è legato alla sottoscrizione tra il Gruppo PSA e SAIPA, azienda iraniana legata a Citroen dal lontano 1966, di un accordo quadro di joint-venture per la produzione e la commercializzazione di veicoli con il marchio del Double Chevron sulla calandra.

Con un capitale suddiviso al 50%, la società coprirà l’intero processo di vita della vettura, partendo dalla creazione fino alla commercializzazione dei veicoli che saranno prodotti nell’impianto produttivo di Kashan (Iran), di cui il Gruppo PSA diventerà proprietario per il 50%. Alla firma del contratto definitivo, previsto a fine 2016, saranno investiti oltre 300 milioni di euro in ricerca e sviluppo e questa joint-venture implica anche il trasferimento di tecnologie e un alto livello di contenuto locale.  Questo accordo segna il ritorno di Citroen in Iran in grande stile, dove è presente fin dal 1966. A sottolineare l’importanza dell’operazione, i tre nuovi modelli saranno commercializzati attraverso una rete di vendita dedicata.

In occasione della sottoscrizione dell’accordo, Carlos Tavares, presidente del Direttorio del Gruppo PSA, ha dichiarato: “Oggi inizia una nuova fase della nostra collaborazione con SAIPA. Vogliamo proporre ai clienti iraniani veicoli moderni e il meglio in termini di comfort, sicurezza e tecnologia”.