La Citroen DS è una delle auto che ha fatto la storia delle quattro ruote, un’icona di stile che ha affascinato intere generazioni e i designer più famosi che avrebbero voluto disegnarla. La pulizia delle linee, futuristiche per l’epoca, il confort epico e le soluzioni all’avanguardia, la rendono una pietra miliare dell’automotive.

Ma c’è di più, perché una volta la DS fu dipinta nientemeno che da Pablo Picasso, durante un intervista. Infatti, nel lontano 1958 un giovane giornalista messicano che risponde al nome di Manuel Mejido, residente in Francia, tentò d’intervistare l’artista.

Per ottenere un esito positivo alla sua richiesta arrivò a “La Californie”, la celebre villa del Maestro ad Antibes in nome del “Centro Repubblicano Spagnolo del Messico”, organizzazione che tanti profughi aveva ospitato durante la guerra civile spagnola. Pablo Picasso, che della fede repubblicana faceva bandiera, acconsentì prontamente all’intervista.

In questo modo Picasso, che era fuggito dalla Spagna per sottrarsi al regime del dittatore Franco, rispose alle domande parlando sia di politica che di arte. Ma non è tutto, perché assentandosi per qualche ora dipinse  sulla fiancata della DS con cui il giornalista ed i suoi amici si erano presentati da lui “Las guirnaldas de la paz” adornandone la fiancata.

Insomma, un altro aneddoto che vede protagonista la mitica Citroen DS che ne ha fatta di strada, tanto che oggi esiste un Marchio indipendente a lei dedicato, che vuole riproporne i valori di eleganza, originalità, guidabilità ed avanguardia a livello tecnico.

Chiaramente, ci sono anche altre auto e artisti illustri che si sono incontrati nel tempo, ma è chiaro che la personalità della DS non è da meno rispetto a quella dei personaggi più famosi, compreso lo stesso Picasso.