Citroën E-Mehari unisce il passato con il futuro: dalla storica Mehari del 1968 al motore elettrico della compagnia francese. Una cabrio a 4 posti realizzata in collaborazione con il Gruppo Bollorè ma con lo stile e lo spirito inconfondibile delle nuove vetture Citroen con gruppi ottici su due livelli e linee curve. La personalità carismatica è sottolineata dalle tinte decise.

Molte le possibilità di personalizzazione con quattro colorazioni di carrozzeria: blu, arancione, un giallo e beige con diverse parti nere (profili dei passaruota, profili dei sottoporta e paraurti). Due i colori del tetto in tela, nero e rosso arancio, mentre i rivestimenti interni sono un beige molto naturale e un rosso arancio con stampa centrale ispirata al mondo degli sport nautici. Il disegno delle porte richiama le onde della carrozzeria della Méhari originale, così come le tinte esterne.

Come la sua antenata del 1968, Citroën E-Mehari è decapottabile, con una capote removibile che si chiude grazie a un sistema laterale a scomparsa, con ampie vetrate trasparenti. Può essere aperta davanti , dietro, lateralmente o completamente. Dotata di 4 posti effettivi, con sedili posteriori ribaltabili, è munita di telaio rialzato, utile per la guida fuori strada mentre la carrozzeria è termoformata con un materiale plastico anticorrosione, non richiede riverniciatura e resiste ai piccoli urti. Il volume del bagagliaio può passare da 200 a 800 dm3 con sedili ribaltati.

La tecnologia è frutto della perizia francese del Gruppo Bolloré: la batteria LMP (Lythium Metal Polymer) a secco da 30 kWh promette una resistenza alle variazioni climatiche. La potenza massima è di 50 kW e una velocità massima di 110 km/h e soprattutto un’autonomia di 200 chilometri in ciclo urbano (100 km in ciclo extra-urbano). Le batterie si ricaricano completamente in 8 ore a 16A collegandole ai sistemi compatibili (postazioni domestiche o pubbliche tipo Autolib) o in 13 ore utilizzando prese domestiche a 10A.

Prodotta nella fabbrica PSA di Rennes, Citroën E-Mehari sarà commercializzata nella primavera del 2016 a un prezzo ancora da stabilire. La vettura sarà esposta per la prima volta dal 9 all’11 dicembre nella sede parigina del gruppo PSA nell’ambito dell’Eco Driving Center realizzato nel quadro del COP 21, aperto al pubblico.