La novità principale mostrata nello stand Citroën al salone di Ginevra è il restyling della C3, il fortunato modello nato nel 2002 e venduto in più di tre milioni di esemplari, 500mila dei quali in Italia. La vettura aggiornata sarà nei concessionari a partire da aprile. La C3 è disponibile in 6 motorizzazioni, tutte omologate Euro 5. Fa il suo ingresso il nuovo 1.0 da 68 cavalli, particolarmente parco nei consumi (i dati della casa indicano 4,3 litri per 100 chilometri); si aggiunge al 1.2 da 82 cavalli. I diesel sono quattro, tutti con filtro antiparticolato; il 1.4 HDi da 70 cavalli è affiancato da tre versioni microibride e-HDi denominate Airdream; la tecnologia microibrida Citroën aggiunge al motore tradizionale e al sistema Stop&Start (spegnimento automatico durante le brevi fermate) un sistema di recupero d’energia cinetica durante la frenata, che va a caricare un accumulatore e rende disponibile questa energia elettrica aggiuntiva. Airdream è montato su un 1.4 e due 1.6, rispettivamente da 70, 90 e 115 cavalli.

Le altre novità sulla C3 riguardano la telecamera posteriore, la connessione bluetooth e il completo sistema di navigazione eMyWay. I prezzi di listino chiavi in mano (quindi esclusa l’Ipt) vanno da 12.400 a 19.400 euro.

Lo stand Citroën mostrava anche l’innovativo sistema Hybrid Air, che sfrutta l’aria compressa, oltre al concept Technospace.