La Citroen C3 si rinnova, completamente, con la nuova generazione che è chiamata ad ottenere numeri importanti, visto che dal 2002 la piccola francese è stata costruita in oltre 3,6 milioni di vetture. La parola d’ordine, guardando le foto, sembra essere stata originalità, anche se non mancano delle affinità con la sorella maggiore C4 Cactus.

Più lunga di 50 mm, più larga di 20 mm, e più bassa di 40 mm, l’auto in questione ha un aspetto molto dinamico, grazie anche al passo cresciuto di 90 mm. I gruppi ottici anteriori dalle diverse dimensioni, gli airbump laterali, i cerchi da 17 pollici, i fari 3D al posteriore e i montanti anteriori neri ed un tetto disponibile in 3 livree, da abbinare alle nove della carrozzeria, caratterizzano il corpo vettura della nuova C3 che vanta un bagagliaio da 300 litri ed un pianale che deriva da quello della cugina del Leone, la Peugeot 208.

Plancia a sviluppo orizzontale, materiali ricercati e tante tasche per riporre gli oggetti più svariati, caratterizzano l’abitacolo, che segue la scia delle ultime Citroen anche per quanto riguarda la riduzione dei pulsanti, visto che le principali funzioni dell’auto sono comandate dal display touch da 7 pollici che campeggia al centro della plancia. I viaggi sono più semplici da affrontare con il sistema ConnectNav dotato di mappe 3D e che comunica la situazione del traffico in tempo reale con Tom Tom Traffic, e non manca la compatibilità con i device che utilizzano i sistemi operativi iOS o Android.

Ma non è tutto, grazie alla ConnectedCam, una telecamera montata sullo specchio retrovisore centrale, si possono scattare, foto, filmare un percorso per poi condividere l’esperienza sui social mediante un’app specifica. Insomma, un’auto tutta da vivere, ma questo sistema aiuta anche a far luce sulle conseguenze e le responsabilità in caso d’incidente, visto che, qualora si verificasse un impatto, si attiverebbe automaticamente.

Sotto il cofano troviamo i motori PureTech a benzina, nelle potenze di 68, 82 e 110 CV, mentre per quanto riguarda i diesel troviamo due unità BlueHDI da 75 CV e da 100 CV. Il sistema start&stop è di serie, ma non è presente sulle motorizzazioni da 68 ed 82 CV, mentre il cambio automatico EAT6 arriverà in seguito al lancio commerciale che in Italia avverrà intorno al mese di novembre.

Molto curato il versante sicurezza, visto che il guidatore della Citroen in questione potrà avere degli ausili rappresentati dal Lane Departure Warning, dal Blind Spot Monitoring e dal Driver Attention Allert. Inoltre, la retrocamera posteriore, l’hill assist, insieme al Connect Box con SOS Pack completano il quadro, visto che quest’ultimo allerta i soccorsi in caso d’incidente.