La Citroen pensa in grande, nel senso che propone, per il Salone di Ginevra, una vettura dalle dimensioni importanti, adatta ad un utilizzo aziendale, ma anche alle famiglie numerose, per via di un’abitabilità che varia dai 5 ai 9 posti.

Si chiama SpaceTourer, e la sua linea è inevitabilmente plasmata in base alla sua destinazione d’uso. La sua forza è nella variabilità delle dimensioni, che cambiano a seconda delle versioni, mentre l’altezza rimane sempre di 1 metro e 90 centimetri.

Proposta in tre misure, proprio come se fosse un capo d’abbigliamento, presenta una gamma in cui troviamo la XS, con 4,60 metri di lunghezza, 2,92 metri di passo, e 1.978 litri di capacità di carico; la M, lunga 4,95 metri, con 3,27 metri di passo, ed un volume del bagagliaio di 2.381 litri; ed infine, la XL, che arriva fino a 5,30 metri di lunghezza ed a 2.932 litri di capacità di carico.

Quattro gli allestimenti disponibili: Feel, Shin, Business e Business Lounge, che offre l’indubbio vantaggio di avere un ufficio viaggiante per lavorare in movimento. Sotto il cofano troviamo motori, rigorosamente turbodiesel, che partono dal 1.6 BlueHDI, nelle varianti da 95 CV e 115 CV, fino ad arrivare ai 2 litri da 150 CV e 180 CV (quest’ultimo abbinato al cambio automatico EAT6).

Internamente, non mancano gli ultimi ritrovati di tecnologia disponibili sulla gamma del Double Chevron, come un sistema di infotainment gestibile attraverso un display da 7 pollici e compatibile con gli smartphone di ultima generazione tramite Apple CarPlay e MirrorLink. Inoltre, per agevolare la vita del guidatore, la Citroen SpaceTourer presenta l’Head Up Display, nonché il navigatore 3D Connect Nav.

Insomma, una proposta pensata per chi vive l’auto per lavoro ed ha bisogno di spazio per viaggiare, un mezzo capace di offrire volumi interni generosi senza rinunciare alla tecnologia che sta prendendo sempre più piede nelle auto moderne.