Buona prova delle Peugeot RCZ nella seconda gara del Campionato Italiano Turismo Endurance a Misano. Entrambe le vetture della casa del Leone hanno accompagnato all’esordio nel CITE due giornalisti, raggiungendo risultati molto interessanti. Il nostro Paolo Pirovano, firma di Leonardo.it e volto di Motorpad, e Emiliano Perucca Orfei hanno disputato un intero weekend di gara con continui miglioramenti cronometrici, conquistando le prime posizioni di classe e arrivando a lottare per le prime dieci posizioni, contro vetture con cilindrata e potenza ben superiori. Pirovano ha provato il piacere di pilotare la RCZ-R proseguendo nel percorso evolutivo assieme al compagno e tutor Massimo Arduini che ha svolto il duplice ruolo di collaudatore e nello stesso tempo d’inviato per il mensile Playboy. La RCZ-R ‘media’ entra così nella top ten grazie a un decimo e un sedicesimo posto in griglia e un undicesimo e decimo posto in classifica generale.

L’altro debutto nel Campionato Italiano Turismo Endurance porta la firma di Orfei: il giornalista vicentino ha deciso di correre il campionato con una vettura Trofeo, la RCZ-Cup del Monomarca francese in versione standard. Oltre alla gara da raccontare ai lettori di Automoto, un programma completo nel CITE in cui è cresciuto molto con un’ora di prove libere, a seguire le prove ufficiali e ben due ore di gare. Quindicesimo e tredicesimo nelle due griglie di partenza e quattordicesimo e tredicesimo al traguardo nelle due gare. Un risultato interessante, viste le differenze tecniche tra le due RCZ (peso, assetto, freni e potenza), come ricorda ad esempio la differenza di circa 10 km/h nella velocità di punta tra la RCZ-R e la RCZ-Cup.

“E’ stato un weekend positivo – ha commentato Arduini -. Ho cercato di trasferire a Paolo la mia esperienza e penso che alla fine i risultati dell’equipaggio si siano visti. Rotta la normale tensione del debutto Paolo è cresciuto molto giro dopo giro. Non ha commesso errori e specialmente in gara due ha conservato un’ottima posizione. Certo Misano con i suoi lunghi rettilinei non è il circuito ideale per la RCZ che paga circa 90 CV di differenza contro le Seat e le BMW con motori di cilindrata superiore, ma siamo contenti di come la vettura reagisca alle piccole e costanti evoluzioni che gara dopo gara portiamo in pista. Anche Emiliano si è subito impegnato parecchio. Prese le misure si è difeso bene pur con una vettura meno veloce. Per lui tanta esperienza potendo correre entrambe le gare da solo. Già dalla prossima sfida a Monza il 1 giugno prevedo ottimi tempi”.

RISULTATI
Qualifica I° 10° Arduini in 1’51”326
15° Perucca Orfei in 1’53”530

Gara I° 11° Arduini-Pirovano (Giro Più Veloce in 1’51”272) primo di classe
14° Perucca Orfei (Giro Più Veloce in 1’53”433)

Qualifica II° 13° Perucca Orfei in 1’53”322
16° Pirovano in 1’54”183

Gara II° 10° Arduini-Pirovano (Giro Più Veloce in 1’52”764) primo di classe
13° Perucca Orfei (Giro Più Veloce in 1’53”974)

LEGGI ANCHE

Peugeot RCZ R Cup 2014: inizia da Franciacorta l’assalto al titolo

Peugeot RCZ Racing Cup 2014: un’emozionante terza stagione di gare

Peugeot RCZ R Cup 2014: un 1.6 da oltre 300 cavalli,

Peugeot RCZ Track Day: dalla R alla Racing Cup, il ruggito del Leone

Peugeot ritorna alla Dakar dal 2015 

Peugeot Rally 2014: le antiche glorie e gli assi di oggi

Peugeot Sport Rally: viaggio nel reparto corse della casa francese