Circuito del Mugello più ecologista: un impianto fotovoltaico sulla nuova tribuna, il tricolore sui cordoli del circuito e tanti bus navetta per accompagnare i 1500 tifosi attesi nell’entusiasmante moto GP made in Italy.

Il circuito del Mugello è pronto per accogliere i fan del moto mondiale, ma non dimentica di incoronare il futuro vincitore nel ricordo del 150esimo anniversario dell’Unità d’Italia. I coriandoli, che come possiamo immaginare, saranno tricolori, non sono che una delle novità previste per domenica 3 luglio.

Per esempio, non tutti sanno che anche l’autodromo toscano, localizzato a pochi chilometri dall’abitato di Scarperia, in provincia di Firenze, si è convertito alla filosofia ecologista: sulla tribuna edificata di recente, sono stati applicati dei pannelli fotovoltaici che sfruttano la tecnologia a film sottile. L’impianto del Mugello dovrebbe essere in grado di produrre circa 260 mila kw. Per quanto riguarda la pavimentazione, è stato prediletto il rivestimento con un materiale ceramico particolare che ha subito una lavorazione con biossido di titanio. In più, su tutti i cordoli, come abbiamo già detto, inneggia il tricolore.

Convertirsi all’ecologia, nel caso del Mugello, vuol dire anche tentare di modificare le abitudini degli spettatori. Per loro ci saranno dei bus navetta gratuiti, una segnaletica potenziata e un rafforzamento del casello autostradale. Così anche l’afflusso al Gran Premio made in Italy sarà regolato e disciplinato, pronto ad accogliere circa 1500 tifosi.