Quello che Vettel ha fatto ai danni di Button non è un sorpasso come gli altri, visto che al giro 66, per portarsi in seconda posizione, è andato oltre la linea della pista. Un sorpasso irregolare dunque, che ha portato Vettel a perdere ben 20 secondi.

Vettel ha superato in modo irregolare Button e dopo aver tagliato la linea del traguardo in seconda posizione, il tedesco della Red Bull si è visto appioppare ben 20 secondi di penalizzazione. Così Vettel si è ritrovato quinto nonostante gli sforzi e la voglia di vincere a casa sua.

La penalità imposta a Vettel che aveva dovuto combattere in pista anche contro Hamilton, non è stata però assorbita in modo univoco dagli osservatori. Eppure, come hanno spiegato alcune riviste del settore automobilistico: c’era già stato un chiarimento della FIA.

La Federazione Internazionale Automobilistica aveva preso la parola prima della gara di Silverstone chiarendo la posizione della FIA in merito all’articolo 20.2 del regolamento sportivo.

Questo articolo ribadisce che i piloti, in ogni momento della gara, devono sempre usare il tracciato. Non possono quindi escogitare delle vie di fuga alternative che possono poi rivelarsi un sistema per avvantaggiarsi ai danni degli avversari.

In Bahrain, un episodio analogo a quello di Vettel era accaduto ad Hamilton che per superare Rosberg era uscito dal tracciato ed aveva superato l’avversario, ma il sorpasso, in quel caso, era stato ultimato dalla McLaren, in pista.