La Chevrolet Volt sarà la prima auto ad aver il comparto di batterie in sicurezza per giorni, la General Motors secondo voci di corridoi starebbe studiando il modo per eliminare il rischio che il comparto batterie prendesse fuoco dopo alcuni giorni da un incidente a causa delle eventuali micro rotture.
Un ente Americano che si occupa di sicurezza stradale aveva avviato un’inchiesta dopo che una Chevrolet a distanza di circa tre settimana da un crash test aveva preso fuoco a causa delle batterie.
La General Motors preso atto dell’accaduto ha dato subito l’incarico ai propri ingegneri di mettere in atto un sistema più sicuro, la soluzione non è tardata ad arrivare, secondo indiscrezioni le Chevrolet Volt saranno dotate di un involucro più resistente per il comparto batterie oltretutto hanno anche aumentato la protezione del sistema di raffreddamento a liquido per ovviare al problema di eventuali fuoriuscite.
Per inserire in tutte le Chevrolet Volt in circolazione i nuovi sistemi di sicurezza la casa produttrice ha messo a disposizione circa sei mila vetture sostitutive, il costo per gli ignari proprietari delle vetture sarà di circa mille dollari ma per la vita nessun prezzo è alto, la Chevrolet avrà un ulteriore introito di circa nove milioni di dollari.