La battaglia delle muscle car è entrata ufficialmente nel vivo con l’arrivo della nuova Chevrolet Camaro, una delle più affascinanti rappresentanti della categoria. Infatti, la coupè del Cravattino andrà a sfidare la nuova Ford Mustang che è appena arrivata in Europa.

Per dare del filo da torcere alla sportiva dell’Ovale Blu, la Camaro risponde colpo su colpo nelle motorizzazioni offrendo anch’essa un nuovo 4 cilindri. Si tratta di un’unità 2 litri turbo capace di erogare 279 CV per una coppia di 400 Nm: in pratica una potenza equivalente a quella della Opel Astra OPC.

Ovviamente, non mancano, come da tradizione, un 3.6 V6 ed un 6.2 V8. Il primo è capace di sviluppare 340 CV, con una coppia di 385 Nm, mentre il secondo arriva a ben 461 CV e 617 Nm. Inoltre, il V8, abbinato al cambio automatico, presenta il sistema di disattivazione dei cilindri che consente di consumare meno carburante quando non si sfrutta a fondo il motore.

La Camaro di sesta generazione può essere equipaggiata con un cambio manuale a 6 marce, destinato agli automobilisti più sportivi, o con una trasmissione automatica ad 8 rapporti. Ad ogni modo, sulla bilancia sarà sempre più snella di 90 kg: non male per una muscle car americana.

Di conseguenza, anche la dinamica sarà migliore, grazie anche alle sospensioni con Magnetic Ride Control ed al nuovo Driver Mode Selector, che consente di scegliere tra 4 modalità di guida, tra cui la più sportiva, denominata Track, riservata esclusivamente alla SS con il V8 da 461 CV.

In segno di modernità è cambiata anche la strumentazione, adesso divenuta digitale, attraverso uno schermo da 8 pollici, ed il display centrale, anch’esso della stessa misura, per visualizzare al meglio le informazioni del sistema multimediale MyLink.

Un’ultima chicca è rappresentata dall’illuminazione interna, che può variare in maniera significativa, con 24 effetti differenti.