Fioccano le novità al CES di Las Vegas 2015. Dopo aver visto i prototipi a guida autonoma, ecco le “zone sonore personalizzate” all’interno dell’abitacolo. A proporla è Harman con l’Individual Sound Zone (ISZ), una nuova tecnologia che consente a guidatore e passeggeri di creare zone sonore individuali per un’esperienza sempre più personalizzata. Niente più un’unica canzone per tutti ma contenuti su misura per i singoli passeggeri in base alle loro preferenze. Secondo un recente sondaggio , infatti, tre conducenti su cinque vedono la loro auto come una “monovolume” e l’impatto del sistema audio è strettamente connessa alla trasformazione del concetto di auto, sempre più adatta ad ospitare attività come il lavoro o l’intrattenimento (“salotti su ruote”).

Ogni passeggero controlla la propria zona

Ci sono molti suoni generati a bordo dei veicoli ma non tutti sono rilevanti per i passeggeri. Le istruzioni di navigazione e le telefonate, ad esempio, sono importanti per i conducenti, ma interrompere la musica per i passeggeri. Giochi, libri audio e video digitali possono causare un disordine sonoro e in questa direzione va la nuova tecnologia ISZ che può aiutare a ridurre il disordine assicurando che tutti gli occupanti del veicolo ascoltino solo quello che conta per loro. Il flusso dei segnali digitali è ottimizzato attraverso l’impiego di micro-altoparlanti all’interno dei poggiatesta oltre a quelli tradizionali della vettura e agli Electro Dynamic Planar Loudspeakers, posti sotto il tettuccio. Ogni passeggero può attivare e controllare la propria “zona” e il sistema è disponibile per tutte le case automobilistiche.

Veicoli elettrici più percettibili

Tra le nuove tecnologie progettate per migliorare l’esperienza del suono per guidatore e passeggeri, Harman ha presentato anche HALOsonic, na suite per gestire in modo attivo il rumore sia all’interno che all’esterno dell’auto: la Road Noise Cancellation punta a minimizzare il disturbo generato dall’auto quando è in movimento mentre l’Engine Order Cancellation va a sfruttare i giri del motore per creare un’onda sonora opposta. La Smart Essentials Infotainment Platform, è invece un sistema basato su Linux che presenta due opzioni per lo schermo oltre a supportare tecnologie come Bluetooth, CarPlay, Android Auto e MirrorLink. Infine il sistema forse più utile, l’Electronic Sound Synthesis, pensato per ricreare il suono che emettono i veicoli ibridi ed elettrici in modo che siano più percepibili dai pedoni.

LEGGI ANCHE

CES 2015 Las Vegas: le novità automotive

Volkswagen Golf R Touch concept

BMW M4 Concept Iconic Light

Audi e la Prologue piloted driving concept

Mercedes F 015: il salotto a guida autonoma della Stella

Ces 2015 Las Vegas: tutte le novità di Acer