Si chiama SHARE N’GO ed è il car sharing elettrico partito a Firenze con auto, le Equomobili, create da Alfredo Bacci, un ex ingegnere Fiat ed Ettore Chimenti, ex responsabile del markenting Piaggio. Si tratta di veicoli biposto, capaci di raggiungere una velocità massima di 80 km/h e con una capacità di carico di 300 litri.

Per accedere al servizio è sufficiente registrarsi sul sito www.equomobili.it o sul portale www.sharengo.it sui quali verrà calcolata una tariffa personale. Per iscriversi, ed avere in cambio i primi 10 minuti di servizio, sono sufficienti 10 euro e si potrà utilizzare il tempo di noleggio acquistato fino al 31 dicembre 2015.

Per il momento saranno 100 le auto del car sharing elettrico fiorentino, ma il loro numero arriverà a 200 entro fine anno.

“La nostra non è solo una nuova idea di car sharing – ha commentato Emiliano Niccolai, amministratore delegato di CS Group - ma  il primo mattone per rivoluzionare il sistema europeo di mobilità  e di navigazione urbana  creando un’offerta sia in sharing che a noleggio o in proprietà  finalmente sostenibile e a impatto zero,  low cost e accessibile a tutti,  che rende superfluo, inefficiente, più costoso e anche  meno divertente, per larghe fasce della popolazione urbana, il possesso e l’uso di un’auto personale.”

Inoltre, l’offerta di ELE.C.TRA e Share’ngo  che consente a tutti i fiorentini di effettuare un test drive a 1 €, con possibilità di confermare la propria registrazione a Share’ngo -  pagando i 9 € di differenza -  solo dopo questo inedito ‘’battesimo elettrico’’ è decisamente interessante.  Si tratta di un’iniziativa promossa da ELE.C.TRA nel quadro delle attività conclusive del progetto di educazione alla mobilità sostenibile.

La filosofia di SHARE ‘NGO è quella del social sharing: le mamme, i pendolari, gli studenti fuori sede, quelli che vivono nelle periferie delle città sono tra i cittadini più premiati, con sconti e servizi dedicati appositamente alle loro necessità. Le donne, ad esempio, potranno usare gratuitamente un’Equomobile dall’una di notte alle sei del mattino, libere di tornare a casa con maggiore sicurezza.

Ma le tariffe personali di SHARE ‘NGO non sono determinate solo dal bisogno di mobilità ma anche da ‘’premi di merito’’ riconosciuti, ad esempio, a chi fa un lavoro di pubblica utilità, ai nonni che fanno welfare occupandosi dei loro nipoti, a chi appartiene ad un gruppo d’acquisto, a chi usa altri servizi in sharing.

Ma non è tutto, premi speciali saranno riservati alla community degli Equomobili - già attivissima su Facebook -   in particolare per chi avrà comportamenti ‘’virtuosi’’ come la demolizione o la vendita della propria auto, il carpooling, la scelta di lavorare in co-working o il lavaggio e la pulizia dell’auto (che nel 2016 varrà ½ giornata free nel week end).

Il servizio SHARE ‘NGO è stato avviato lo scorso 22 giugno a Milano e sarà a breve disponibile anche in altre città italiane oltre Firenze come Modena, Pisa e Roma e dal 2016 in altre capitali europee.