Il car sharing elettrico a Palermo è realtà. Il Comune del capoluogo siciliano e Amat, in collaborazione con Renault Italia ed Enel, hanno inaugurato il più significativo servizio di car sharing pubblico e a zero emissioni nel Sud Italia. Il servizio completa il progetto Demetra, volto alla riduzione del traffico attraverso una piattaforma di mobilità pubblica condivisa (con auto a metano, auto elettriche, bike, scooter e van) ed integrata.

Al fine di creare una piattaforma di mobilità condivisa (con auto a metano, auto elettriche, bike, scooter e van), è stato emesso ad aprile 2014 un bando di gara rivolto alle case automobilistiche per la fornitura di veicoli elettrici con annesse infrastrutture di ricarica. La gara è stata vinta da Renault, che ha messo a disposizione 24 auto elettriche e insieme ad Enel ha fornito 16 stazioni di ricarica elettrica. Tramite ES Mobility, società del Gruppo Renault, è stato, inoltre, gestito il noleggio delle batterie delle vetture, mentre Soigea ha curato i lavori di installazione e manutenzione delle stazioni di ricarica: “Il car sharing elettrico, che si affianca a quello a metano e al bike sharing, completa l’offerta del servizio che, unita all’avvio dei tram e alla realizzazione di oltre cento chilometri di piste ciclabili, ridisegna completamente la mobilità a Palermo, offrendo una vasta rete di servizi e dando finalmente una vera alternativa all’auto privata” ha detto Giusto Catania, assessore alla Mobilità del Comune di Palermo.

Come ha sottolineato il sindaco Leoluca Orlando, il car sharing elettrico si inserisce nel progetto Demetra che rappresenta un’ottima soluzione di mobilità adeguata per gli spostamenti urbani ed è direttamente collegato con le politiche di progressiva riduzione del traffico veicolare nel centro città e l’introduzione delle zone a traffico limitato in via di definizione da parte dell’Amministrazione comunale: “La realizzazione del progetto Demetra, predisposto dall’AMAT, attraverso il qualificato coinvolgimento di Renault ed Enel, consente alla nostra città di poter vantare la flotta più numerosa di auto elettriche del Circuito italiano ‘Io Guido Car Sharing’” ha aggiunto Antonio Gristina, Presidente Amat di Palermo.

Saranno 24 le Renault Zoe 100% elettriche che assicureranno ogni giorno il servizio di car sharing e che per il momento sosteranno in 5 parcheggi in Piazza Massimo, Piazzale Ungheria, Via Malta, Piazza Ignazio Florio e Viale della Libertà. Entro la fine del 2015 verranno attivati anche i parcheggi della Stazione Notarbartolo, del Porto e di Piazza Europa: “Puntare sulla mobilità elettrica significa anche contribuire a salvaguardare lo straordinario patrimonio artistico-culturale italiano, di cui Palermo, con il suo percorso arabo-normanno dichiarato recentemente patrimonio dell’Unesco, è un ottimo esempio - ha dichiarato Bernard Chrétien, Direttore Generale di Renault Italia -.  Esprimo la mia gratitudine al Comune di Palermo e ad Amat per la fiducia che hanno riposto nella nostra auto a zero emissioni. Questa iniziativa che inauguriamo rappresenta per noi un esempio positivo e Palermo costituisce un modello di riferimento nel panorama italiano”. 

Enel ha messo a disposizione del nuovo servizio di car sharing 16 stazioni collocate in punti strategici della città: “Con il car sharing elettrico arriva a Palermo il sistema Enel di ricarica intelligente, che vede già più di 1800 infrastrutture diffuse e utilizzate su tutto il territorio italiano - ha dichiarato Gianluigi Fioriti, Responsabile Infrastrutture e Reti Enel Italia – Il servizio di mobilità sostenibile che viene inaugurato è frutto della scelta lungimirante di un’amministrazione comunale aperta all’innovazione. Sono certo che sarà molto apprezzato, non solo dai cittadini palermitani ma anche dai tanti turisti italiani ed europei particolarmente sensibili alle tematiche ambientali che ogni anno vengono a visitare le bellezze di questa città”.

Renault Zoe è dotata di un motore elettrico da 65 kW e registra un’autonomia di circa 100-150 km in uso reale. Il tempo di ricarica varia in funzione della potenza disponibile nell’infrastruttura: ad esempio, su colonnine a 22 kW, si ricarica in appena 1 ora (80% della batteria). Il socio iscritto al car sharing utilizzerà la medesima smart card per la prenotazione delle auto termiche già in flotta. Il display touch R-Link posto al centro della plancia consente di monitorare lo stile di guida, per verificare come e quanto si stia consumando.