Pol Espargaró ha chiuso in bellezza un’annata più complicata del previsto proclamandosi in Giappone nuovo Campione del mondo Moto2, grazie anche alle defezioni di Esteve Rabat e Scott Redding, coinvolti in una spaventosa caduta. Allo spagnolo era sufficiente trovare la settima posizione a Motegi. Sul podio con lui Mika Kallio e Thomas Luthi.

A soli 22 anni Espargaró è diventato il quarto campione della Moto2 succedendo a Marc Marquez. Recuperati 38 punti su Redding, leader del mondiale dopo l’11esima prova di Silverstone. Dalle 16 gare Moto2 fino ad ora corse nel 2013, Espargaro ha raccolto il maggior numero di pole (5), il maggior numero di podi (9) e più vittorie (5). Nel 2007 il fratello più giovane degli Espargarò ha corso la sua prima stagione completa nel Campionato del Mondo 125cc, dopo aver partecipato negli ultimi sei GP nel 2006, anno in cui è Campione di Spagna: all’esordio il pilota Granollers è subito nella top10. L’adattamente alla RSA di Derbi è lungo e un infortunio lo relega alla nona piazza in generale a fine stagione.

Nel 2009 continua con Derbi, vince due volte e si classifica al quarto posto, mentre l’anno successivo si arrende a Marquez. Nel 2011 passa alla Moto2, una sfida difficile che affronta bene fin da subito chiudendo 13esimo a fine annata. Già l’anno dopo è tra i pretendenti alla corona ma Bradl e Marquez hanno qualcosa in più. Con il Tuenti HP 40 trova però la sua dimensione e il titolo arriva in un 2013 più complicato di quanto ci si aspettasse. Il prossimo anno Espargaro passerà alla classe regina con il team Monster Yamaha Tech3.

Biografia di Pol Espargarò
Data di nascita: 10 giugno 1991
Luogo di nascita: Granollers (Spagna)
Primo Gran Premio: Catalogna 2006, 125
Prima Pole Position: Catalogna 2008, 125
Primo Podio: Portogallo 2007, 125
Prima Vittoria in un Gran Premio: Indianapolis 209, 125
Partenze Gran Premi: 121
Vittorie Gran Premi: 15
Podi totali: 44
Pole Position totali: 16
Giri veloci totali: 15
Titoli Mondiali vinti: Moto2™ (2013)