Come combattere il caldo in auto? Con l’aria condizionata, certo, ma anche con alcune buone abitudini. In questi giorni di temperature tropicali e grande afa in tutta Europa, uno studio condotto da Seat mette in guardia tutti i conducenti. La ricerca della casa spagnola certificato che mettersi alla guida di una vettura con 35 gradi di temperatura all’interno, può essere molto pericoloso. Le reazioni sono rallentate del 20% rispetto a una temperatura nell’abitacolo di 25 gradi e questo rischio sarebbe equivalente all’assunzione di alcol pari a un tasso di 0,5 grammi per litro di sangue.

“Quando è molto caldo, la gente di solito presta attenzione ai consigli quando deve andare fuori di casa e camminare per strada - avverte Angel Suarez, ingegnere presso il Centro Tecnico Seat a Martorell – ma pochissimi sono consapevoli che è altrettanto importante seguire alcuni importanti regole durante la guida in condizioni di caldo intenso”. Tra gli errori più comuni di chi si mette alla guida spicca quello di non aerare correttamente la macchina prima di avviarla che consentirebbe di evitare lo sbalzo di calore improvviso: “Se apriamo i finestrini per circa 30 secondi prima di accendere l’aria condizionata il picco iniziale di calore si dissipa da solo” aggiunge Suarez. Inoltre il climatizzatore dell’auto, per coloro che lo possiedono, dovrebbe essere regolato in modo che l’aria venga distribuita uniformemente all’interno dell’abitacolo e non solo in direzione dei passeggeri che siedono sui sedili davanti o dietro.

Vale poi un altro classico consiglio per vincere il caldo in auto: evitare di tenere la temperatura troppo bassa, mai sotto i 21 gradi, per evitare sbalzi termici notevoli che possono portare a colpi di freddo o di calore. Inoltre un’impostazione troppo bassa della temperatura aumenta inevitabilmente il consumo di carburante. I tecnici Seat, infine, raccomandano la stessa regola che i medici indicano agli essere umani: come va idratato il corpo, anche l’auto sotto il sole e alle alte temperatura ha bisogno della giusta idratazione. Tradotto vanno verificati i livelli dell’olio e del liquido dell’impianto di raffreddamento, insieme a un controllo della pressione degli pneumatici. Per i viaggi lunghi, infine, Seat raccomanda di evitare di guidare durante le ore più calde della giornata e di fare una pausa almeno ogni due ore. Bere molto per idratarsi correttamente e indossare abiti leggeri - possibilmente traspiranti – è la scelta migliore. E ovviamente evitare pranzi o cene particolarmente pesanti.