La McLaren è venuta fuori in modo deciso dalla sessione di test invernali ma nonostante i piccoli acciacchi dovuti alle modifiche sulla monoposto, ci si aspettava di vedere il solito Vettel con la RB8. Invece è stato “tutto Button”. 

Nessuno si aspettava un exploit di Button. Per carità, la McLaren è una delle squadre in corsa per il titolo iridato costruttori ma non era nelle corde di vincere proprio la prima gara del mondiale.

Butto ed Hamilton ce l’hanno messa tutta: il primo ha portato a casa il Gp, l’altro ha saputo conquistare la pole position il sabato arrivando ad essere terzo sul traguardo.

Naturalmente a Button è stato chiesto se ha intenzione di bissare il successo anche in Malesia. I fari saranno tutti puntati su di lui. Un po’ di gloria anche per Hamilton che stavolta potrebbe non farsi beffare dalla safety car.

Button, comunque, non fa proclami per rispondere, molto pacatamente avverte i suoi fan di sentirsi veloce ma di considerare il risultato ottenuto in Australia del tutto inatteso. La competitività, però, potrà essere “affermata” soltanto quando si inizierà a fare sul serio, non dopo la prima gara.

Button – insomma – ha voglia di impegnarsi. Negli specchietti retrovisori vede già Lotus e Red Bull, agguerrite più che mai.