Nell’esclusivo evento automobilistico “The Quail: A Motorsports Gathering” a Monterey, in California, Bugatti ha presentato il suo ultimo modello in anteprima mondiale. Con Divo, il marchio di lusso francese ha sviluppato un’auto sportiva che si mette in evidenza per agilità e prestazioni di guida ottimali anche su strade tortuose. È alimentato dall’iconico motore W16 da otto litri di Bugatti con una potenza di 1.500 cavalli. L’aerodinamica del modello è stata intensamente perfezionata e le impostazioni di sospensione e telaio sono state modificate. Di conseguenza, il Bugatti Divo è più leggero di 35 chilogrammi (77 libbre) e ha 90 chilogrammi (198 libbre) di carico aerodinamico in più rispetto al Chiron standard. L’accelerazione laterale del Divo è stata aumentata a 1,6 g. La sua velocità massima è limitata a 380 km/hIl Divo può affrontare il circuito di Nardò nel sud Italia otto secondi più veloce del Chiron. La serie comprenderà solo 40 esenlari. All’inizio della produzione vengo scelti dei clienti selezionati con un prezzo netto di 5 milioni di euro. Il risultato? Sono state immediatamente vendute.

Le proprietà aerodinamiche del Divo sono state migliorate da una notevole quantità di lavoro specifico. Il coperchio anteriore è dotato di prese d’aria che riducono l’effettiva area della sezione trasversale del veicolo, allo stesso tempo, garantendo un migliore flusso d’aria nella parte anteriore e aumentando l’efficienza aerodinamica. Una “cortina d’aria” ottimizzata consente un migliore flusso d’aria sulle parti anteriore e posteriore dei lati dell’auto. Lo spoiler anteriore ampio e di nuova concezione offre maggiore carico aerodinamico e guida più aria verso le prese d’aria anteriori. Il sistema di raffreddamento riceve quindi un flusso di massa più elevato e le prestazioni di raffreddamento complessive sono migliorate.

I freni sono raffreddati da quattro fonti d’aria indipendenti su ciascun lato del veicolo: l’aria fluisce dalla zona di alta pressione sopra il paraurti anteriore, dagli ingressi sulle ali anteriori, da un ingresso sul radiatore anteriore e dai diffusori davanti agli pneumatici . Le pale dirigono l’aria fredda da queste aree sui dischi dei freni. Uno scudo termico trasporta l’aria calda attraverso le ruote. Ciò significa che i freni non si surriscaldano e la temperatura del pneumatico è sempre mantenuta nell’intervallo ottimale. Questo sistema, già utilizzato sul Chiron, riceve ulteriore supporto dal vuoto generato dalla cortina d’aria sui pneumatici nel caso del Divo. Inoltre, i passaruota sono ventilati tramite lamelle sulle ali. Il tetto della Bugatti Divo è stato progettato per formare un condotto d’aria NACA, un’entrata d’aria ottimizzata per il flusso. In combinazione con il coperchio del vano motore appositamente progettato, questo garantisce un flusso di aria molto elevato al vano motore, svolgendo un ruolo chiave nella gestione della temperatura in quest’area del veicolo.

La parte posteriore della Bugatti Divo è dotata di un nuovo spoiler posteriore regolabile in altezza che funziona come un freno pneumatico quando viene ruotato in avanti ed è impostato su diverse angolazioni per le singole modalità di guida. Lo spoiler posteriore ha una larghezza di 1,83 metri (72 “) ed è quindi più ampio del 23% rispetto al Chiron: lo spoiler più ampio migliora l’efficienza e aumenta le prestazioni del freno pneumatico, oltre a un notevole carico aerodinamico.