Tutti i piloti attendono l’appuntamento di Brno, in Repubblica Ceca, dopo la pausa di due settimane che li ha tenuti lontano dalle piste, magari a spasso nell’America verdeggiante. Adesso mancano poche ore all’appuntamento europeo e vale la pena approfondire le caratteristiche tecniche del percorso. Marco Simoncelli ritiene che il circuito di Brno sia adatto alle sue caratteristiche, ma stando alle dichiarazioni dei piloti alla vigilia dell’appuntamento estivo in Repubblica Ceca, non c’è campione a cui non piaccia questo circuito. A livello storico farà piacere sapere che il disegno attuale è quello definito nel 1987 e che nel 2008 è stato completamente riasfaltato.

Andiamo con ordine e cerchiamo di descrivere il percorso. Si parte con il tornante Frantisek Statny a destra. Subito dopo è presente una curva a sinistra e un rettilineo di 500 metri. Sul rettilineo la pista inizia a salire leggermente ma il mezzo chilometro di conclude in discesa.

Dopodiché i piloti affronteranno una chicane sinistra-destra e un altro rettilineo in leggera discesa. Le moto entreranno così nella zona Stadion caratterizzata da ben 5 curve, 3 a destra e 2 a sinistra. Un altro rettilineo in discesa che si chiude con il tornante a destra Kevin Schwantz.

A questo punto inizia una nuova piccola ascesa fino alla seconda chicane ancora una volta sinistra-destra. Il circuito prosegue su un rettilineo in salita e culmina nella curva ad S che conduce i piloti al traguardo.