In fondo sono stati conclusi soltanto sette gran premi e questo campionato di Formula 1 si è rivelato assolutamente equilibrato. La Lotus che si bea degli ottimi piazzamenti di Grosjean, non si arrende all’evidenza della classifica iridata ed è convinta di essere ancora nel pieno della corsa.

La Lotus è stata la squadra più deludente di Monaco e si pensava che dopo la fiammata d’inizio campionato, fosse evidente il fuoco di paglia. Poi è arrivato il Gran Premio di Montréal e anche lì le prestazioni dei piloti durante le prove e in qualificazione, hanno lasciato a desiderare.

Invece è arrivato il podio di Grosjean, anche se per gli errori di Ferrari e Red Bull, non importa. Non poteva andare meglio di così, almeno per quanto riguarda l’umore. Dal punto di vista tecnico, la E20 si è dimostrata assolutamente meno pesante delle avversarie e quindi più gentile con gli pneumatici.

Un particolare che in vista dell’innalzamento delle temperature, non è assolutamente trascurabile. Adesso però bisognare fare in modo che ci siano risultati importanti sia nelle qualificazioni che in gara. Ecco cosa dice Eric Boullier:

La finestra di queste gomme è molto stretta, ed ovviamente se hai una macchina conservativa con gli pneumatici serve un aiuto in più per poterle mandare in temperatura e farle funzionare. Abbiamo sicuramente delle idee su cosa fare ora. C’è un modo per migliorare. Non dico che lotteremo per la pole position, ma di sicuro faremo delle qualifiche migliori.