La BMW continua ad investire nell’ibrido, così, dopo la prima Serie 3 Hybrid, e le avveniristiche i3 ed i8, la prima votata all’uso cittadino e la seconda a conquistare il mercato delle supercar, starebbe lavorando su una terza versione della gamma i.

L’auto dovrebbe arrivare nel 2018, e partire alla conquista dei clienti più facoltosi che desiderano un’ammiraglia dalle caratteristiche ecosostenibili. Infatti, con ogni probabilità sarà una berlina di grandi dimensioni, che possa soddisfare anche i mercati asiatici.

In base ad un servizio pubblicato nell’ultimo numero di AutoBild, è stato affermato che la futura i5 (questo il probabile nome del modello) dovrebbe essere alimentata da un sistema propulsivo ibrido basato su quello dal concept della Serie 5 GT ibrida, quindi con un motore termico da 218 CV abbinato a due motori elettrici che forniscono una potenza totale di ben 640 CV.

Nell’articolo è stato rivelato che l’auto in questione potrebbe essere basata sulla BMW Serie 5 a passo lungo, costruita per il mercato cinese. In termini di design invece, la i5 potrebbe condividere alcuni tratti con il design della futura serie 7, mentre potrebbe avere le stesse dimensioni dell’attuale Serie 6 Gran Coupé.

Insomma, una vettura perfetta per sfidare la concorrenza europea e giapponese, e per affermarsi nel mercato cinese, dove le berline di grandi dimensioni sono sempre apprezzate, come dimostrano le tante varianti a passo lungo che i costruttori realizzano appositamente.

In questo modo la gamma i della BMW inizierebbe a prendere la forma di una famiglia ben definita, a cui manca una versione a ruote alta per essere davvero completa, una variante che potrebbe anche arrivare in futuro, considerando le richieste del mercato.

Per il momento, non ci sono ancora notizie relative ad un ipotetico prezzo di listino, ma è chiaro che il costo d’acquisto sarà in linea con il blasone della vettura e che ci vorrà del tempo prima che vengano diffusi altri particolari.