Chi non ricorda l’affascinante BMW Serie 8, una coupé realizzata in oltre 30.000 esemplari dal 1989 al 1999, elegantissima con la sua siluette slanciata ed i fari a scomparsa? La sportiva in abito da sera della Casa dell’Elica nacque dalla mitica ammiraglia 750i e si presentò al grande pubblico con un cuore V12 5.0 da 300 CV ed un dispositivo, l’ASC+T, che anticipò l’avvento dell’ESP tra le auto di serie.

Ebbene, questo modello potrebbe presto ritornare nella gamma della Casa bavarese per dare del filo da torcere alla rivale Mercedes Classe S Coupé. Per questo è atteso con impazienza dagli appassionati che da oggi assisteranno al prestigioso concorso d’eleganza Villa d’Este dove sarà svelata.

Nel frattempo, è stato diffuso in rete un primo render che svela quale sarà l’aspetto della nuova BMW Serie 8. Dall’immagine colpisce il frontale che scende molto in basso dove il cofano confluisce direttamente in un Doppio Rene decisamente generoso. A fare da contrasto alla grande calandra pensano i gruppi ottici anteriori dalle dimensioni ridotte, mentre non mancano ampie feritoie per l’aria.

Piuttosto a cuneo la fiancata, resa dinamica dal taglio della linea di cintura nella zona posteriore e dalla feritoia che si apre nel passaruota anteriore e sfuma nella parte bassa della portiera. Nel complesso, la siluette ricorda quella di alcune Aston Martin ma si nota l’impronta BMW.

Ancora non si hanno notizie precise in merito al propulsore, ma le indiscrezioni raccontano di un V12 da 6,6 litri preso in prestito dall’attuale Serie 7. Chiaramente, si tratterebbe di un’unità al vertice della gamma delle motorizzazioni, che dovrebbe ricevere in futuro anche dei propulsori di cilindrata e frazionamento inferiori.

In attesa di sapere quando entrerà in produzione e con quali motori, siamo lieti di annunciarvi un ritorno che sottolinea il momento di ripresa nel settore dell’automotive.