La BMW M5 arriva alla sesta generazione che sarà lanciata entro l’anno con il sistema M xDrive. Questa soluzione permetterà di sfruttare al meglio le sue prestazioni e di offrire una maggiore praticità nel quotidiano.

La berlina sportiva della Casa dell’Elica ne ha percorsa di strada dal momento del lancio avvenuto nel lontano 1984, e così il sistema M xDrive fornisce il controllo integrato delle dinamiche longitudinali e laterali, combinando l’agilità e la precisione della trazione posteriore con la massima stabilità della trazione integrale. Infatti, le ruote anteriori intervengono quando quelle posteriori perdono aderenza. In questo modo, anche guidando in maniera aggressiva, la nuova BMW M5 con M xDrive si comporta in maniera prevedibile.

La belva quindi è stata addomesticata e adesso il guidatore può scegliere tra cinque diverse tarature dell’elettronica (DSC on, MDM, DSC off) e modalità M xDrive (4WD, 4WD Sport, 2WD). L’aspetto interessante è che i puristi possono optare per la sola trazione posteriore disattivando completamente il sistema di trazione integrale.

Nuova la trasmissione M Steptronic ad otto velocità con Drivelogic dai passaggi marcia incredibilmente brevi. Chiaramente, il motore è un V8 turbo più potente di quello del modello precedente, che poteva contare già su 560 CV.

Per adesso l’auto è ancora camuffata, ma è chiaro che ci si sta avvicinando alla versione definitiva di questa BMW, ormai sulla rampa di lancio per sfrecciare in pista e sulle autostrade tedesche.