La BMW M GmbH fissa nuovi parametri di riferimento nel segmento delle vetture sportive compatte ad alte prestazioni e aggiunge una marcata raffinatezza al carattere della BMW M2 Coupé con la sua nuova M2 Competiton. Gli interventi sono stati fatti per esaltare completamente il comportamento della vettura che adesso dispone di un nuovo motore sei cilindri in linea con tecnologia M TwinPower Turbo, basato sul propulsore della BMW M3/M4, cilindrata da tre litri, 302 kW/410 CV di potenza e coppia massima di 550 Nm (consumo di carburante combinato con cambio manuale a sei velocità: 10,0 – 9,9 l / 100 km). Tutto ciò si tramuta in prestazioni esaltati, che numericamente ci dicono che la nuova BMW M2 Competition ha uno sprint da 0 a 100 km/h da 4,2 s (con cambio manuale a 6 marce 4,4 s), mentre la velocità massima è di 250 km/h (limitato), e 280 km/h con pacchetto M Driver (limitato).

Le novità non si limitano a questo innalzamento delle prestazioni, ma sulla M2 Competition si ha un nuovo sistema di raffreddamento, tra cui un nuovo spoiler anteriore e un rene BMW più grande e ridisegnato in nero lucido. La lista di novità si compone anche di un doppio sistema di scarico con due alette elettricamente controllate, nuovi freni M Sport opzionali con pinze dei freni verniciate di grigio, Per gli interni invece abbiamo un nuovo sedile avvolgente M Sport opzionale con poggiatesta integrati e stemma M2 illuminato all’altezza delle spalle. A completare il pacchetto atto per innalzare il piacere di guida ci sono dei selettori per l’accesso immediato a varie caratteristiche del motore e dello sterzo, nonché impostazioni DCT tramite Drivelogic. E infine per caratterizzare al meglio l’estetica di questa brillante vettura, c’è l’esordio di una nuova vernice metallica, chiamata Hockenheim Silver esclusive. La nuova BMW M2 Competition sostituisce il suo predecessore, la BMW M2 Coupé, ed il divertimento è assicurato.