Il mondo del tuning è inarrestabile, e non c’è novità, auto o genere di veicolo che tenga, quando un nuovo modello viene preso di mira dai patiti delle elaborazioni non può sfuggire alle mire dei tuner. La regola vale anche per la BMW M2 coupé che è stata lanciata poco meno di due settimane fa.

Infatti, la piccola bomba della Casa dell’Elica, sorella minore della M3 e della M4, è stata oggetto delle cure di Alpha N-Performance, che ha messo a punto un kit per renderla ancora più performante. Così, sei i 370 CV erogati dal suo 6 cilindri sovralimentato non vi bastano, sappiate che, attraverso una centralina rivista ed un sistema d’iniezione ad acqua, la potenza può crescere fino a 480 CV, con tanti saluti alla M4 coupé standard.

Chiaramente, anche le prestazioni, a partire dall’accelerazione fino ad arrivare alla velocità massima, verranno migliorate, anche se, al momento, non ci sono dati ufficiali. Comunque, è logico che, volendo, anche il limite di 250 km/h, fissato elettronicamente, può essere facilmente rimosso.

Esteticamente, non mancheranno appendici aerodinamiche che fanno ricorso ad un massiccio utilizzo di fibra di carbonio, mentre per mantenere il peso più basso possibile Alpha N-Performance sta lavorando ad un tetto dello stesso materiale, e dovrebbe offrire dei sedili più leggeri oltre a dei cerchi OZ da 19 pollici.

Completano il quadro le sospensioni regolabili, che rendono la vettura adatta ad esprimere il suo potenziale in ogni circostanza, e consentono di di sfruttarne tutta la potenza nella guida in pista, soprattutto nei track-day, dove sarà sicuramente protagonista.

Insomma, la BMW M2 è già di suo una sportiva senza compromessi, che promette scariche di adrenalina già in fotografia, ma a quanto pare Alpha N-Perfomance conosce la ricetta per renderla ancora più performante, stravagante e desiderabile.

Vedremo di cosa sarà capace quando verranno diffusi i dai ufficiali del tuner in questione sulle prestazioni della BMW M2 elaborata.