La Bayerische Motoren Werke, ovvero la Bmw, è un’azienda tedesca di Monaco di Baviera, nata il 21 luglio 1917.

L’azienda, inizialmente, cresce soprattutto grazie alle commesse di guerra e, presso l’areoporto militare di Oberwiesenfeld di Monaco, l’azienda costruisce un grande stabilimento, dove, fino al 1918, vengono costruiti motori per aerei militari e, dopo la guerra, motociclette ed auto.

Dopo la Seconda Guerra Mondiale, la Bmw conosce un periodo di difficoltà, che riuscirà a superare grazie all’acquisizione della licenza di Isetta, una microvettura che in Italia stentava con le vendite, e, soprattutto, grazie all’assemblea generale del 9 dicembre 1959, quando il magnate tedesco, Herbert Quandt, diventa azionista di riferimento.

Nel corso degli anni ’70 ed ’80, l’azienda afferma sempre di più il suo ruolo di costruttore automobilistico, attestandosi nei primi posti nel mercato internazionale e lanciando modelli di grande successo, come la Serie 5 e la Serie 3.

Nel 1994, la Bmw acquisisce il Gruppo Rover, gestendolo fino al 2000, quando viene smembrato, conservando solo il marchio Mini.

Dal 2003, la casa tedesca stabilisce un accorso con il gruppo Volkswagen, producendo, così, auto con il marchio Rolls Royce; mentre, dal 2006, inizia una collaborazione anche con il gruppo PSA, per la produzione di motori a benzina, per la Mini e la Peugeot.

La Bmw, ancora oggi, rappresenta una delle aziende più importanti e famose del mondo, vantando uno dei migliori fatturati nel settore delle motociclette e delle automobili.