La BMW ama precorrere i tempi; così, da anni, si è dedicata alla mobilità elettrica con la i3 e la i8 e, nel prossimo futuro, darà vita ad una ammiraglia ad impatto zero, denominata iNext. Una vera novità che sottolinea la direzione nella quale si stanno orientando le case automobilistiche.

Il debutto è stato fissato nel 2021, ma l’aspetto più interessante riguarda la combinazione dell’alimentazione elettrica con la guida autonoma, l’altro trend seguito dai costruttori, soprattutto negli USA. La iNext diventerà una bandiera tecnologica per le ammiraglie BMW, al punto da ottenere una posizione superiore a quella della Serie 7 nel listino della Casa dell’Elica.

Chiaramente, l’innovazione sarà il tema principale anche per quanto riguarda il design e gli interni, che saranno caratterizzati da soluzioni che favoriscono l’interazione tra l’auto ed i suoi occupanti.

Questo però non significa che la BMW stia abbandonando l’alimentazione ad idrogeno, tutt’altro! Rappresenta, più che altro, un’altra via che il Costruttore di Monaco sta percorrendo per anticipare la mobilità del futuro.

Insomma, la Tesla è avvisata, e con questa BMW, oltre all’Audi, che si sta preparando alla sfida elettrica con un’auto in grado di percorrere 500 km, deve iniziare a guardarsi le spalle.

.