BMW i5 potrebbe essere la futura berlina elettrica rivale della Tesla Model S. La famiglia delle elettriche/ibride della casa bavarese si dovrebbe allargare nei prossimi con l’arrivo del nuovo modello, una versione a metà strada tra la la compatta i3 e la sportiva i8. Una conferma è venuta da un’intervista rilasciata da Harald Krueger, CEO del Gruppo BMW, all’ultimo supplemento domenicale del quotidiano Frankfurter Allgemeine. Krueger ha detto che “all’interno della nostra attuale gamma di modelli elettrici c’è ancora spazio” precisando che la nuova vettura “potrebbe posizionarsi tra la i3 e la i8 se si guarda dal punto di vista della sigla numerica”.

Secondo Automotive News Europe la berlina quattro porte sarà destinata al mercato degli Stati Uniti e della Cina, in diretta concorrenza con la Tesla Model S. Per la BMW i5 si starebbe lavorando a due architetture, una 100% elettrica e una ibrida plug-in, con due livelli di potenza: 225 CV dell’unità elettrica posteriore con batterie da 75 kWh che dovrebbero garantirle un’autonomia di circa 400 km. I cavalli (si ipotizza possano essere anche 275) andrebbero poi sommati ai 135 CV di un motore termico 3 cilindri in posizione anteriore dato che BMW pare stia lavorando a un “range extender“, ovvero una versione ad autonomia estesa coadiuvata da un motore a combustione.

Come per i8 e i3, verrebbe sviluppata su una piattaforma dedicata (non derivata da quella della Serie 5) e realizzata a materiali in fibra di carbonio rinforzata facendo ricorso ad elementi già in produzione per le due altre elettriche della casa tedesca. Il peso complessivo della BMW i5 non dovrebbe superare i 1.560 kg. La produzione dovrebbe avvenire nello stabilimento di Lipsia con circa 30mila unità all’anno.