Quella dell’auto elettrica è diventata una delle aree di confronto tra i grandi costruttori. Tutti, in qualche modo, sono impegnati nello sviluppo di questa tecnologia: Renault ha aggiunto la Zoe alla sua gamma,  Nissan ha rivisto profondamente la capostipite del segmento, la Leaf; Smart è presente da tempo, in attesa delle mosse di tutti gli altri marchi ormai in dirittura d’arrivo. A fare da contraltare la posizione di Fiat che ha recentemente ribadito di non voler investire in questo settore, preferendo puntare su soluzioni meno costose e più redditizie per l’azienda. Infatti il gruppo torinese ha in listino, solo in California, la 500 elettrica, modello che non verrà sviluppato ulteriormente a livello commerciale e sul quale, come detto dal suo Ad Sergio Marchionne, perde quasi 10.000 dollari a veicolo.

Si aprono però altri fronti con l’ultima novità che arriva da Bmw. La casa tedesca, famosa per le sue vetture sportive, si è lanciata nel progetto elettrico nel 2007 creando addirittura un brand apposito, “i”, scritto in lettera e minuscolo, al quale viene affidato il compito di studiare le soluzioni di mobilità compatibile.

È la i3, che costerà 36.200 euro, una city car due volumi quattro posti con telaio in fibra di carbonio lunga 3,99 metri, larga 1,77, alta 1,58, con un passo di 2,57 ed una capacità del bagagliaio che varia dai 260 ai 1.100 litri. Per accedere ai sedili posteriori si apre una mezza porta ad armadio sui due lati come sulla Mini Clubman di cui in pratica riprende le dimensioni.

Nata e sviluppata per essere totalmente elettrica, monta un motore elettrico da 170 CV con 250 Nm di coppia abbinato ad una trasmissione monomarcia, trazione posteriore e batterie agli ioni di litio posizionate al di sotto dell’abitacolo all’interno del pianale. Sono garantite per 8 anni o 100.000 km e la ricarica avviene, a seconda del tipo di colonnina, in tempi compresi tra i 30 minuti e le 8 ore richieste dalla rete domestica.

I dati di omologazione parlano di un’autonomia tra i 130 ed i 160 km che possono aumentare di altri 20 se si utilizza la modalità ECO PRO e di ulteriori 20 km se si passa a quella ECO PRO+, ovvero se si seguono le indicazioni di guida fornite dal computer di bordo.

Le prestazioni sono interessanti: 7,2 secondi per lo scatto da 0-100 km/h, mentre per lo 0-60 km/h ne bastano 3,7. Molto importante il lavoro fatto sul peso contenuto in 1.195 kg con l’unità motrice di soli 50 kg, valori che intervengono direttamente nei consumi.

Per avere una maggiore percorrenza o non avere nessun tipo di ansia di fermarsi per strada e dover cercare un punto di rifornimento è disponibile una versione che aggiunge, come optional ad un prezzo inferiore ai 1.500 euro, un piccolo motore bicilindrico di 650 cc da 34 CV che ha la funzione di servire come generatore elettrico. Si ottiene così, grazie ai 9 litri del serbatoio, una vettura ad autonomia estesa e i chilometri che si possono percorrere diventano 240/300 con consumi limitati a 0,6 lt/100 km ed emissioni di CO2 di 13 gr/km.  Un’idea semplice e funzionale che potrebbe risolvere molti problemi.

L’energia viene anche recuperata attraverso i metodi già conosciuti come nelle fasi di frenata o durante il rilascio del pedale dell’acceleratore;  quando poi si viaggia a velocità più elevate si realizza un effetto “sailing” (cioè un effetto di planata) che riduce la richiesta di potenza.

La i3 è interamente connessa alla rete internet; il navigatore pianifica il percorso ottimale in relazione all’autonomia, segnala la presenza di impianti di ricarica in zona e quale modalità di guida utilizzare a seconda delle situazioni di traffico. Non poteva mancare la Remote App, attraverso la quale si possono controllare tutte le informazioni sul proprio smartphone.

Verrà costruita nell’avveniristica fabbrica di Lipsia mentre la fibra di carbonio necessaria per il telaio è prodotta negli Stati Uniti a Moses Lake, in uno stabilimento a basso impatto ambientale che sfrutta l’energia idroelettrica per alimentare i macchinari. La vedremo esposta al prossimo Salone di Francoforte in attesa di un test drive.