Il mercato giapponese è una piazza interessante per i costruttori, soprattutto di stampo premium, visto che gli automobilisti del Sol Levante apprezzano particolarmente auto dal design ricercato e con spiccate caratteristiche sportive.

Per questo la BMW ha lanciato la 640i Coupé M Performance Edition per i clienti giapponesi, un’auto decisamente di nicchia, se si considera che la produzione è limitata ad appena 10 esemplari e che il prezzo, tradotto in euro, si aggira intorno ai 79.000 euro.

Esteticamente risulta immediatamente riconoscibile per via di alcuni particolari come la livrea Alpine White, il doppio rene brunito, le calotte degli specchi retrovisori esterni in fibra di carbonio ed ai cerchi in lega M da 20 pollici.

Ad impreziosire il tutto ci pensano i fari a LED adattivi e il pacchetto M Sport, il quale, attraverso elementi aerodinamici, rende la linea simile a quella della sportivissima M6 da 560 CV.

Chiaramente, le modifiche sulla vettura riguardano anche l’abitacolo, dove troviamo i sedili sportivi in pelle Dakota, il pomello del cambio in fibra di carbonio ed il volante sportivo M. Non mancano la pedaliera in acciaio inox, gli inserti in legno di pioppo ed una particolare illuminazione dell’abitacolo.

Per quanto riguardo il motore prescelto per questo modello particolare, i tecnici della Casa dell’Elica hanno pensato di montare sotto il lungo cofano anteriore un 3.0 Twin-Power Turbo a sei cilindri capace di 320 CV e 450 Nm di coppia. Si tratta di un propulsore collegato ad un cambio automatico a otto velocità che trasmette potenza alle ruote posteriori.

Quindi, tanta coppia subito disponibile grazie al turbo, quello che ci vuole per garantire delle riprese pronte e decise e per conferire un carattere deciso a questa gran turismo comoda e veloce. Insomma, una scelta decisamente azzeccata, che offre omogeneità di funzionamento ed un relativo comfort di marcia, senza rinunciare alle prestazioni: visto che lo 0-100 km/h è coperto in 5,3 secondi e che la velocità massima dichiarata è di 250 km/h.