La BMW 3.0 CSL Hommage è un modello che rappresenta il tributo del BMW Design Team alla 3.0 CSL, classica senza tempo ed iconica coupé bavarese degli anni Settanta. Svelata al Concorso d’Eleganza Villa D’Este, la BMW 3.0 CSL Hommage fa un largo uso di alluminio, reinterpretando il concetto di design leggero per i giorni nostri. Nonostante “CSL” significhi “Coupé Sport Leichtbau” (coupé, sport, costruzione leggera): con il suo cofano motore, il portellone e gli spoiler posteriori in alluminio, i finestrini in plexiglass e l’equipaggiamento rigorosamente ridotto all’essenziale, la vecchia BMW 3.0 CSL faceva fermare l’ago della bilancia a circa 200 kg in meno rispetto alla BMW 3.0 CS.

La BMW 3.0 CSL Hommage propone una carrozzeria allungata e controbilanciata dai suoi caratteristici deflettori, dai potenti passaruota e dai prominenti spoiler su tetto e coda. La personalità e la sportività della BMW 3.0 CSL Hommage vengono trasmesse dal colore originale – Golf Yellow – del suo predecessore spirituale, ma anche da uno dei frontali più larghi e bassi di qualsiasi altro veicolo della casa bavarese. L’anteriore della BMW 3.0 CSL Hommage trasmette potenza e sportività mentre al centro la caratteristica griglia a doppio rene BMW si sviluppa rievocando lo stile verticale della calandra del passato. Le tecnologie di luci a laser e a LED si prestano ad una grafica dell’illuminazione all’avanguardia e le forme piatte dei proiettori creano il carattere tipico di BMW. Due aperture circolari ed una serie di fessure allungate ricordano altri elementi presenti nel vecchio modello, ma ne offrono una nuova interpretazione per il 21esimo secolo.

Come per il frontale, la coda del veicolo è larga e muscolosa: una striscia a LED al di sopra dello spoiler collega le due luci posteriori, dando così al posteriore una struttura formale. Lo spoiler posteriore di grande effetto, con il diffusore in CFRP, crea un’impressione visiva della potenza bruta della BMW 3.0 CSL. Ridotti all’essenziale, gli interni della BMW 3.0 CSL Hommage mettono in mostra il loro design leggero: negli interni tutti in CFRP, l’unica presenza assimilabile al legno è costituita dal ‘pannello strumenti’ – un elemento orizzontale e puramente strutturale. Questo richiama chiaramente gli interni della BMW 3.0 CSL di una volta, che presentava finiture in legno in ogni parte dell’abitacolo.

Nella nuova versione, soltanto il piccolo display centrale di ricarica dell’eBoost interrompe il pannello di legno degli strumenti. L’infotainment è realizzato secondo un concetto minimalista: un display centrale sulla colonna dello sterzo informa il guidatore della marcia inserita, della velocità, dei giri dei motori e del punto di cambiata. La CSL del terzo millennio, presenta un sei cilindri in linea, come il modello storico, con modulo elettrico chiamato eBoost per incrementarne le prestazioni. Al posto di un divano posteriore, vi sono soltanto le coperture per gli accumulatori di energia.